×

Anziana derubata in ospedale, ladro pentito restituisce gioielli

Lucia Pinotti, un’anziana di 89 anni, è stata derubata mentre si trovava in ospedale: tempo dopo, il ladro pentito le ha restituito i gioielli per posta.

Furti a Roma da parte di una banda rom: presi i malviventi

La singolare vicenda si è verificata in provincia di Mantova, dove un ladro ha restituito i gioielli precedentemente rubati a un’anziana signora.

Mantova, anziana derubata in ospedale

Nella giornata di martedì 22 dicembre 2020, l’89enne Lucia Pinotti era stata ricoverata presso l’ospedale di Suzzara, in provincia di Mantova, per indagare un una sospetta ischemia.

In questo contesto, una delle infermiere ha chiesto alla paziente di togliere l’anello e il collier che indossava, in modo tale da poter effettuare accertamenti di vario genere. Entrambi i pezzi, di un valore economico complessivo a circa 2.500 euro, sono stati riposti all’interno di un guanto di lattice.

A questo proposito, la signora Lucia Pinotti ha dichiarato: «Da quel momento, non li ho più visti. Ho avvisato subito il personale dell’ospedale, ma non c’è stato nulla da fare: nessuno sembrava saperne nulla.

Abbiamo anche pensato che, siccome li avevo riposti in un comunissimo guanto di lattice, potessero essere inavvertitamente finiti tra i rifiuti, io però ero convinta che fosse impossibile: chi mi stava seguendo sapeva bene cosa c’era in quel guanto e di conseguenza era impossibile che fosse stato gettato via».

Denuncia e ritrovamento dei gioielli

Nel giorno di Santo Stefano, dopo essere stata dimessa dall’ospedale, Lucia Pinotti si è recata dai carabinieri per sporgere denuncia.

Gli agenti, pertanto, hanno avviato una serie di indagini mentre la vicenda della donna è stata pubblicizzata su numerosi media locali.

Nel corso della seconda settimana del mese di febbraio, tuttavia, presso la sede dei carabinieri di Suzzara, è stata recapitata una lettera raccomandata che si profilava come un plico di colore giallo. Il pacco, dopo essere stato controllato e messo in sicurezza dagli artificieri, è stato aperto: al tuo interno, sono stati rinvenuti il collier e l’anello scomparsi di proprietà dell’89enne.

I gioielli, avvolti nella plastica, sono astati scrupolosamente lucidati per evitare l’individuazione di eventuali improntedigitali. Il nome del mittente, invece, da inserire obbligatoriamente nel caso in cui si spedisca una raccomandata, è risultato falso. Il timbro postale, infine, indicava quale luogo di spedizione Mantova.

L’emozione di Lucia e il pentimento del ladro

Il collier e l’anello sono stati restituiti alla signora Lucia Pinotti nella giornata di lunedì 15 febbraio: la donna, entusiasta per la restituzione dei preziosi, ha deciso, in accordo i suoi familiari, di riporre e proteggere i gioielli in una cassetta di sicurezza in banca, onde evitare ulteriori spiacevoli circostanze.

Il ritrovamento degli oggetti, infine, è stato commentato dall’89enne con le seguenti parole: «Sono veramente contentache i gioielli siano stati resi. Oltre ad avere un valore economico piuttosto elevato, sono preziosi che conservo da tantissimo tempo e a cui sono affezionatissima. Ho trascorso le feste di Natale senza smettere di pensare al fatto che mi erano stati sottratti in un luogo protetto come l’ospedale e in un momento di difficoltà. Penso proprio che chi ha commesso questo gesto ignobile abbia capito e si sia vergognato».


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora