×

Come sarà l’estate 2021? Il turismo cerca di salvare la stagione estiva

Vaccinare i cittadini di Favignana, Levanzo e Marettimo "per proporle come isole Covid free", ma anche tamponi al check-in e al rientro: le proposte.

estate 2021 Covid
estate 2021 Covid

L’abbassamento della curva epidemica nell’estate 2020 aveva permesso di riassaporare un po’ di normalità, seppur breve. L’estate 2021 non dovrà essere un “liberi tutti”, perché il Covid continuerà a circolare (aggravato dalla presenza di diverse varianti) e si potrebbe favorire una brusca risalita dei contagi.

Ma il settore del turismo è al lavoro per pacchetti Covid-free, con l’auspicio di far ripartire almeno d’estate un settore fondamentale per l’Italia e fortemente compresso nei mesi di pandemia. Il vaccino, inoltre, potrà essere di grande aiuto. Intanto il nuovo ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, dichiara: “Bisogna migliorare la quota di mercato dell’Italia nel mondo e portare più stranieri possibili in Italia. Dobbiamo uscire con una voce sola: l’Italia nel mondo”.

I piani per l’estate saranno definiti nei prossimi mesi e al momento non si hanno certezze su come si potrà trascorrere la stagione estiva. Ma già nell’ultima settimana di febbraio dovrebbe tenersi una riunione tra il ministro, la Conferenza delle Regioni e l’Anci.

Estate 2021, l’idea “pacchetti Covid-free”

Lavoratori del settore turistico e amministratori locali si sono messi all’opera per permettere la ripartenza. Intanto c’è chi cerca di garantire un’estate Covid-free.

Dopo la decisione della Sardegna, che impone l’obbligo di un certificato di negatività o vaccinazione prima dell’estate, Francesco Forgione, sindaco di Favignana ed ex presidente della Commissione nazionale antimafia, rende nota e la sua idea. “Ho proposto al presidente della regione Sicilia Musumeci di vaccinare totalmente la popolazione delle nostre tre isole (Favignana, Levanzo e Marettimo) per proporle come isole Covid free sul modello che si sta sperimentando in Grecia. L’anno scorso abbiamo avuto un boom di presenze e vogliamo mettere in sicurezza la popolazione e gli operatori impegnati nel settore e garantire chi ci visita. Ovviamente stiamo anche pensando a eventi, mostre e festival, che tengano comunque conto dell’evoluzione della pandemia”.

L’Inghilterra sta portando avanti in maniera rapida e sostenuta la campagna di vaccinazione. Intanto il Paese sollecita i suoi cittadini affinché tornino a viaggiare. Lo stesso si sta cercando di fare in Italia. “Dal mese di aprile verranno riattivati i voli Roma-New York con Alitalia e Roma-Atlanta con Delta Airlines, per riportare nel nostro Paese il bacino di turisti americani. Sono già in corso delle trattative. E altrettanto si sta cercando di fare con l’Egitto, in particolare con Sharm el Sheik, meta molto frequentata dagli italiani”, sottolinea il presidente della Fiavet, Ivana Jelinic.

Il Gruppo Alpitour, a sua volta, vuole garantire vacanze in sicurezza e corridoi sicuri verso le Canarie. Basandosi sull’iniziativa avviata a novembre da Neos, la compagnia aerea del Gruppo, da marzo verranno eseguiti test rapidi in fase di check-in. Un secondo test gestito direttamente dal Gruppo, sia economicamente sia operativamente, sarà realizzato agli ospiti in resort prima del rientro. Così si conterranno i rischi di contagio.

La situazione in Grecia

La Grecia, infatti, dopo aver proposto in sede europea l’uso del passaporto vaccinale, ha sviluppato un piano per le isole. L’obiettivo è di accelerare la campagna vaccinale nei territori più piccoli e in quelli meno colpiti dalla pandemia. In questo modo si vogliono rendere Covid-free le isole.

Tutti vaccinati a Meganisi, Kalamos e Kastos sul Mar Ionio e Ikaria nell’Egeo. E anche Rodi, nonostante sia molto più grande, è a buon punto.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora