×

Il papà dell’ambasciatore Attanasio: “Era felice della sua missione”

Il ricordo del papà dell'ambasciatore Luca Attanasio, uccisa in Congo mentre era in missione.

papà ambasciatore Attanasio

Il papà di Luca Attanasio, l’ambasciatore italian ucciso nella Repubblica Democratica del Congo in un’attentato organizzato da alcune milizie armate, ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva per l’Ansa attraverso le quali ha voluto ricordare il figlio e rendere omaggio al grande amore e entusiasmo che lo stesso aveva per il suo lavoro.

Non era preoccupato dice il Salvatore Attanasio – ma anzi felice per la missione che doveva compiere“.

Le parole del papà dell’ambasciatore Attanasio

Il profilo descritto dal padre dell’ambasciatore è quello di un uomo ricco di fantasia, ottimista e dalla spiccate dote di riuscire a coinvolgere tutti nei suoi progetti. “È stato sempre una persona rivolta agli altri – aggiunge il padre del diplomatico – ha sempre fatto del bene a tutti, ed è sempre stato proiettato verso alti ideali.

Una cosa che a me poteva sembrare poco chiara, lui me la rendeva diversa, positiva. Era una persona onesta, corretta, mai uno screzio. Siamo distrutti, è una perdita incommensurabile”.

Il ricordo del papà va all’ultima conversazione avuta con il figlio nella quale lo stesso aveva spiegato con entusiasmo alla famiglia gli obiettivi della sua nuova missione, poi rivelatasi purtroppo fatale. “In trenta secondi sono passati i ricordi di una vita, ci è crollato il mondo addosso.

Sono cose ingiuste, che non devono accadere. Per noi la vita è finita. Ma adesso – conclude – bisogna pensare alle nipoti, queste tre creature avevano praterie davanti a loro con un padre così. Non sanno ancora cosa è accaduto, non si rendono conto”.

Contents.media
Ultima ora