×

Nuovo dpcm: scuole materne ed elementari chiuse in zona rossa

Il nuovo dpcm prevede che le scuole materne ed elementari in zona rossa rimangano chiuse: è quanto suggerito dagli esperti del Cts.

Scuola elementare
Scuola elementare

Alla luce dell’aumento dei contagi tra i più giovani e della diffusione del virus negli istituti scolastici, il nuovo dpcm che entrerà in vigore il 6 marzo 2021 prevede che in zona rossa rimangano chiuse anche le scuole materne e le elementari.

Scuole materne e elementari in zona rossa

É quanto prevede il parere del Comitato tecnico-scientifico che verrà messo nero su bianco nel decreto che il governo sta preparando. La decisione è giunta dopo la lettura del rapporto dell’Istituto superiore di Sanità “Focus età evolutiva” che ha osservato i casi tra i più giovani dal 24 agosto 2020 al 24 febbraio. Lo studio mostra che dal rientro in aula dopo le vacanze di Natale sono aumentati i casi tra i bambini (0-9 anni) e dall’8 febbraio quelli nella fascia di età 10-19 anni hanno una maggiore incidenza su 100 mila abitanti degli altri.

Pertanto gli esperti ritengono opportuno chiudere tutto, dalla materna all’Università, qualora un territorio avesse i numeri da zona rossa. Nelle zone arancioni potrebbero invece cambiare i protocolli e dovrebbe valere la regola per cui, nei comuni in cui i contagi superano i 250 su 100 mila abitanti per una settimana, si applicano le stesse misure restrittive della fascia rossa. Nessun cambiamento invece per le zone gialle, in cui possono andare in aula tutti gli alunni di elementi e medie e il 50% della comunità delle superiori.

Dura la reazione dell’ex ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, da sempre fautrice del rientro in aula e contraria alla chiusura delle scuole. Queste le sue parole: “Se non ci si organizza è molto più facile trovare la scorciatoia e la scorciatoia è chiudere le scuole. Prima di chiudere tutto, perché non abbiamo dato le mascherine Ffp2 ai docenti o non diminuiamo ulteriormente il numero degli studenti in presenza nelle zone rosse?“.

Contents.media
Ultima ora