×

Boom di varianti Covid: la Campania verso la zona rossa

Boom di varianti, la Campania verso la zona rossa, dati di oggi e trend in crescita spingono la task force regionale ad annunciare vaccinazioni di massa

De Luca

Boom di varianti, specie quella inglese, la Campania scivola inevitabilmente verso la zona rossa. Ad esprimere forte preoccupazione la task force regionale sull’emergenza Covid-19, che in una nota sostiene: “Si è registrato nelle ultime settimane un fortissimo incremento di positivi in Campania”.

Il dato fa da preambolo operativo ad una imminente campagna di tamponi di massa nei comuni più colpiti. L’incremento in questione, spiega la nota della Regione Campania, “è connesso alle varianti, soprattutto quella inglese.

Boom di varianti, zona rossa e tamponi di massa

La Regione ha disposto la realizzazione di tamponi di massa nei Comuni nei quali si sono registrati maggiori incrementi di positivi, in modo particolare quelli dell’area vesuviana, tra i quali Castellammare, Pompei, Torre Annunziata”.

C’è un report dell’Iss in cui la variante inglese, dopo il primo exploit di metà febbraio viene indicata come dominante in Campania, con il 56% del totale dei casi Covid registrati. Ed è per questo che la Regione ha preso una decisione: “Impegnare in un’azione straordinaria il Tigem e l’Asl Napoli1 per rendere quanto più puntuale e capillare l’individuazione delle varianti. È un lavoro indispensabile a fronte di una crescita del contagio che rende ormai inevitabile la “zona rossa” in Campania.

Si è dato inoltre l’obiettivo di completare nel giro di una settimana la vaccinazione di tutto il personale scolastico”.

Il bollettino regionale

Il bollettino della Campania non dà cifre incoraggianti: la percentuale di tamponi positivi risultati in Campania è all’11,58%. I positivi di oggi sono 2.780 su un plafond di 23.988 tamponi. Quaranta i morti. Di essi 21 sono deceduti nelle ultime 48 ore e 19 in precedenza ma registrati ieri. I guariti sono 1.034, gli ospedali sono in lenta ma progressiva sofferenza.

Come sta messa Napoli

Nell’area di Napoli e nell’hinterland metropolitano invece i nuovi positivi sono 370, nelle ultime 24 ore. Sono stati analizzati 3.290 tamponi (con il tasso di positività 11,25%). Di essi 1.097 sono stati analizzati in laboratori privati (positivi 13,58%). La Asl Napoli 1 ha diffuso poi gli altri dati a corredo: +197 guariti, -18 ricoveri in ospedale, -3 ricoveri in terapia intensiva, +169 in isolamento domiciliare. Poi 4 vittime nelle ultime 24 ore (di cui tre al Cardarelli, due al Loreto Mare ed una dei Colli). Vanno a sommarsi a 17 ulteriori vittime conteggiate al momento ma decedute in precedenza.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
bd 635 camionista molestatore ciaca industria
5 Marzo 2021 10:14

La variante inglese non deve spaventare il mondo è come l’altra va combattuta.


Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora