×

Lockdown totale: la richiesta del Cts al Governo

Il Cts chiede al governo la possibilità di considerare un nuovo lockdown totale: contagi da Covid-19 in decisivo aumento in Italia.

Mario Draghi

Il Cts avrebbe chiesto al governo la possibilità di valutare un nuovo lockdown totale, come quello del 2020. Lo riferisce l’Agi. Una richiesta dovuta evidentemente ai contagi che nell’ultimo periodo sono sensibilmente aumentati in Italia. In alternativa, l’unica soluzione ipotizzata dal Comitato tecnico scientifico è la zona rossa automatica, nel momento in cui il numero di contagi varchi la soglia di duecentocinquanta per 100.000 abitanti.

Analizzando gli ultimi dati pervenuti il Cts, che inizialmente aveva fatto di tutto per poter mantenere gli istituti scolastici aperti, avrebbe ammesso che la sospensione delle lezioni in presenza sia per ora l’unica strada percorribile.

Il Cts vorrebbe un nuovo lockdown totale

Il Comitato tecnico scientifico avrebbe chiesto un nuovo lockdown totale al governo. Lo richiederebbe l’attuale situazione pandemica in Italia. L’unico compromesso fattibile sarebbe quello di “automatizzare” la zona rossa nel momento si supera la soglia di duecentocinquanta contagi ogni 100.000 abitanti.

Sempre secondo quanto appreso dall’Agi, il Cts avrebbe “caldamente” consigliato al governo di ancorare l’automatismo a tale limite, oltre il quale la gestione sanitaria diverrebbe incontrollabile.

Il dpcm del 6 marzo

Il limite dei duecentocinquanta contagi appare, inoltre, nel dpcm entrato in vigore in data 6 marzo. C’è però da precisare che il documento precisa come dovranno essere i governatori delle regioni a decidere se ufficializzare (o mano) la zona rossa nel caso.

Tuttavia, per il Cts il cambio di colore non dovrebbe essere facoltativo vista l’attuale situazione critica sulla maggior parte del territorio italiano.

Sono nato a Capua il 4 Agosto 1988. Laureato in Filologia classica e moderna e iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Esperto di cronaca nera, sono cresciuto a pane e 'Chi l'ha visto?'. Collaboro con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News, Scuolainforma e, ovviamente, Notizie.it. Per il resto sono un semplice (e appassionato) docente di materie umanistiche alle superiori.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Sono nato a Capua il 4 Agosto 1988. Laureato in Filologia classica e moderna e iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Esperto di cronaca nera, sono cresciuto a pane e 'Chi l'ha visto?'. Collaboro con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News, Scuolainforma e, ovviamente, Notizie.it. Per il resto sono un semplice (e appassionato) docente di materie umanistiche alle superiori.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora