×

La circolare anti Covid del Viminale: maggiori controlli

La circolare anti covid del Viminale: maggiori controlli, particolarmente attenzionate le zone più a rischio e gli assembramenti

Il Viminale detta le nuove regole

La circolare anti covid del Viminale parla chiaro: maggiori controlli e una mappa dell’Italia completamente ridisegnata: la circolare del Viminale prevede questo. Il documento, pubblicato a traino del nuovo Dpcm, prevede innanzitutto maggiori controlli nelle zone della movida nei giorni festivi e prefestivi.

E c’è una motivazione testuale: “Anche a seguito di recenti episodi di assembramento verificatisi in alcuni grandi capoluoghi nell’imminenza del ‘passaggio’ a una zona caratterizzata da misure più restrittive. Saranno predisposti servizi di controllo mirati in collaborazione con le polizie locali nelle zone urbane usualmente interessate dal fenomeno della movida, sia in circostanze analoghe a quelle ‘surricordate’ come anche nei giorni festivi e prefestivi”.

La circolare anti covid del Viminale: zone rosse più attenzionate

E particolare attenzione si raccomanda per le “aree interessate da provvedimenti più restrittivi, adottati dalle autorità regionali o comunali per effetto dell’aggravamento del quadro epidemiologico”. In tema di controlli, essi “dovranno principalmente riguardare le vie di accesso e di uscita dai territori oggetti dei sopra acennati provvedimenti”. C’è poi il capitolo spostamento fra regioni: sarà possibile farlo per raggiungere manifestazioni che si svolgono in un’unica città, “fermo restando il ricorso all’auto dichiarazione”.

Il nuovo Dpcm anti covid sarà in vigore fino al 6 aprile. Dopo la riunione del generale Figliuolo con il Comitato operativo della Protezione civile.

I nuovi colori regionali, provinciali e locali

E da lunedì cambieranno i colori di alcune regioni: Campania e la Romagna in rosso. Poi Veneto e Friuli Venezia Giulia in arancione; si conferma bianca la Sardegna, con test obbligatori per gli arrivi. L’rt medio nazionale ha superato quota 1 e da inizio pandemia ci sono stati oltre 3 milioni di contagi. Il tasso di positività è in calo, al 6,3%. Ancora 297 i decessi. E il Ministro della Salute, Roberto Speranza ha firmato le nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 8 Marzo. Il sunto oltre quelle sulle regioni: nel Lazio da lunedì la provincia di Frosinone è in zona rossa. Al contempo terminano le ulteriori restrizioni (zone rosse localizzate – ndr) per i comuni di Colleferro, Carpineto (Fr) e Roccagorga (Lt). L’annuncio è dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora