×

I timori di Fontana sulla Lombardia: “Non escludo la zona rossa”

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha affermato di non escludere la zona rossa alla luce dei dati sulla diffusione del Covid nella regione.

fontana

Il peggioramento della curva epidemiologica in Lombardia continua a destare preoccupazioni, tanto che nella giornata del 9 marzo il presidente Attilio Fontana ha affermato di non escludere la zona rossa alla luce dei dati sulla diffusione del Covid nella regione.

Nel visitare il treno sanitario presso la stazione Centrale di Milano Fontana ha infatti dichiarato: Non escludo una zona rossa e non penso a nulla: valutiamo con cautela, attenzione e serietà la situazione”.

Fontana non esclude zona rossa in Lombardia

Nel corso del suo intervento il presidente lombardo ha tuttavia affermato come il peggioramento dello scenario epidemico non sia relativo a tutto il territorio regionale: “Credo che si debba monitorare giorno dopo giorno.

Ci sono delle zone in Lombardia in cui i numeri stanno leggermente migliorando: guardiamo con ottimismo a questi numeri, sperando che si estendano a tutta la regione”. Lo stesso presidente aveva inoltre affermato come a causa della diffusione delle varianti la Lombardia fosse ormai entrata a pieno titolo nella cosiddetta terza ondata.

I dati ospedalieri sono in netta crescita e purtroppo le chiusure sono ancora necessarie per contrastare l’espansione del virus, ma non è la stessa situazione di un anno fa”, ha poi aggiunto Fontana.

Nella giornata di lunedì gli Spedali Civili di Brescia hanno comunicato di aver osservato un netto incremento degli ingressi nei reparti di terapia intensiva, ormai saturi al 90%. Timori anche per l’aumento dei contagi, con le provincie di Milano e di Brescia che da alcuni giorni stanno superando il tetto dei mille casi giornalieri.

Contents.media
Ultima ora