×

Vaccini, Bassetti: “Italia al 45° posto nel mondo”

Matteo Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova, ha svelato che l'Italia è al 45esimo posto per quanto riguarda i vaccini.

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

La situazione Covid in Italia continua a dare preoccupazione, ma secondo Matteo Bassetti bisognerebbe pensare ad accelerare la campagna vaccinale, più che a proporre lockdown. L’infettivologo del San Martino di Genova ha lanciato un forte allarme sulla lentezza delle somministrazioni dei vaccini.

Bassetti sui vaccini

L’Italia ha fatto 8,96 dosi di vaccino anti Covid ogni 100 abitanti e siamo oltre il 45° posto della classifica mondiale. Vi sembra che stia funzionando? A me no. Dobbiamo cambiare passo” ha spiegato su Facebook Matteo Bassetti. L’infettivologo è molto preoccupato per la posizione dell’Italia in associazione alle dosi di vaccino somministrate. Si trova al 45° posto nella classifica mondiale e questa sicuramente non è una grande soddisfazione.

Secondo l’esperto dovrebbero fare dei Dpcm che riescano ad agevolare questa situazione, piuttosto che pensare solo ai colori delle regioni e a lockdown o presunti tali.

Ci vuole più coraggio e pensare che siamo in emergenza. Ci vogliono siti di somministrazione da 5.000-6.000 dosi di vaccini al giorno che lavorino almeno su 12-14 ore al giorno. Occorre semplificare il consenso informato e la procedura per somministrarlo.

Ci vuole meno burocrazia: si faccia un Dpcm su questo non solo sui lockdown più o meno rossi. Ci vuole un cambio radicale nell’organizzazione logistica. Stiamo ancora passeggiando, dobbiamo correre” ha aggiunto Bassetti. Il medico è convinto che bisogna dare al più presto una forte accelerata alla campagna vaccinale, in modo da contrastare la diffusione del Coronavirus nel nostro Paese e guadagnare qualche posto in classifica.

Contents.media
Ultima ora