×

Quali regioni rischiano di passare in zona rossa?

In caso di duecentocinquanta casi settimanali ogni 100.000 abitanti scatterà automaticamente la zona rossa: le regioni a rischio.

Regioni zona rossa

L’ultimo decreto Covid-19 ha disposto lo scatto automatico in zona rossa in caso di duecentocinquanta contagi settimanali ogni 100.000 abitanti. Un valore che viene sfiorato attualmente in numerose aree dell’Italia. Molte regioni italiane rischiano il passaggio in zona rossa, ma in realtà ci sono possibilità di restrizioni anche per altri territori.

Quel che è certo è che dal 15 marzo la maggior parte dello stivale sarà rosso (e qualche arancione). Scompare del tutto la zona gialla. La Sardegna è l’unica regione in fascia bianca.

Le regioni al limite che rischiano la zona rossa

Vi sono regioni con dati al limite che rischiano seriamente la zona rossa a partire dal prossimo 15 marzo. Sicuramente il pericolo c’è per l’Abruzzo, al momento in zona arancione, che rischia il passaggio in rossa.

Qui, infatti, l’incidenza ogni 100.000 abitanti si attesta a 232,70 casi. Altra regione a rischio è la Toscana, con 216,60 casi ogni 100.000 abitanti. Nella provincia autonoma di Bolzano si evidenzia, invece, un’incidenza a 259,08 scesa a 229. Tuttavia, il rischio di passaggio in rossa permane anche qui.

Figliuolo sulla situazione vaccinati

Il generale Francesco Paolo Figliuolo ha affermato, tramite alcuni dichiarazioni riportate da FanPage, che si sta lavorando per vaccinare “almeno entro l’estate.

Se poi ce la facciamo prima siamo più bravi. Ecco, noi ci attrezziamo a essere più bravi” e poi ancora: “Alcune regioni mi preoccupano e la Calabria è tra queste” tuttavia “i problemi li risolveremo quando arriva Johnson&Johnson”.

Contents.media
Ultima ora