×

Omicidio a Napoli, ucciso un 77enne: si rischia una faida tra clan

La vittima ha diversi precedenti penali. L’omicidio accaduto a Napoli rischia di scatenare una faida di camorra.

Omicidio a Napoli, ucciso un 77enne

Un omicidio è avvenuto a Napoli durante il pomeriggio di lunedì 15 marzo. L’uomo ucciso a Fuorigrotta è un 77enne che gli inquirenti avrebbero indicato come il tramite tra clan per riappacificare eventuali controversie. Adesso il rischio, secondo quanto riportato da Fanpage.it, sarebbe quello di una faida di camorra tra clan rivali.

Antonio Volpe ha alle spalle diversi precedenti penali.

Omicidio a Napoli

I carabinieri stanno indagando a tutto campo per capire chi sia l’autore materiale del delitto. Gli inquirenti non hanno escluso al momento alcuna ipotesi, ma quella della camorra resta una delle più quotate. L’agguato è avvenuto intorno alle ore 20 mentre Volpe stava rientrando a casa dopo aver chiuso la tabaccheria. Sono almeno cinque i colpi inferti contro il corpo dell’uomo.

La persona uccisa riuscì a scampare oltre quindici anni fa a un attentato. Dopo una vita all’insegna della criminalità organizzata si era dedicato ad altro, ma probabilmente aveva ancora dei conti da pagare.

Benno Neumair ha confessato di aver commesso l’omicidio ai danni dei suoi genitori: durante l’interrogatorio durato tre ore ha spiegato di aver litigato con loro per i consueti motivi per cui discuteva in passato e allora, capitatagli tra le mani una corda da arrampicata.

Un’altra sparatoria avvenuta a Napoli è terminata nel peggiore dei modi per un uomo di 40 anni. La persona rimasta inizialmente ferita è deceduta dopo l’arrivo in ospedale. Un ragazzo di 28 anni incensurato è stato colpito al fianco: non è in pericolo di vita. La sparatoria è avvenuta in vico Sedil Capuano. Ciro Caiafa è morto a causa delle gravi ferite riportate.

Contents.media
Ultima ora