×

Covid, gli organi di pazienti positivi deceduti hanno salvato due vite

Due pazienti positivi al Covid e deceduti hanno donato i loro organi e contribuito a salvare due vite: i trapianti a Palermo e Torino.

Organi pazienti positivi trapianti

Gli organi di due pazienti deceduti e positivi al coronavirus sono serviti a salvare la vita ad altrettante persone: in entrambi i casi si è trattato di trapianti di fegato, uno avvenuto a Palermo e l’altro a Torino.

Trapianti di organi di pazienti positivi

Le donazioni sono avvenute dai reparti di Rianimazione del Policlinico di Bari, rispettivamente diretti dal professor Nicola Brienza e dal professor Salvatore Grasso. Qui per la prima volta due soggetti, un uomo e una donna, che avevano contratto l’infezione e che sono purtroppo morti hanno potuto donare il fegato e contribuire a salvare due vite.

Il protocollo per i trapianti prevede che in caso di positività al Covid possano essere donati soltanto gli organi salvavita, vale a dire cuore e fegato, e che a riceverli possano essere solo pazienti gravemente malati di Covid oppure soggetti presenti in lista d’attesa per il trapianto e che sono guariti dall’infezione sviluppando gli anticorpi.

A fornire i dettagli delle donazioni è stato il coordinatore Donazioni e Trapianti del Policlinico di Bari Vincenzo Malcangi. Costui ha spiegato che in un caso i familiari del defunto erano tutti stati colpiti dal Covid e “hanno voluto esprimere comunque il consenso alla donazione nonostante la malattia che aveva toccato anche loro“. Nell’altro caso invece è stata la moglie del paziente, con i suoi figli adolescenti, a volere che una parte del marito continuasse a vivere.

Il direttore generale del Policlinico di Bari ha parlato di uno “straordinario messaggio di speranza. Il miglior modo per rendere omaggio a chi non c’è più“.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora