Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Crotone-Reggina: le probabili formazioni
Sport

Crotone-Reggina: le probabili formazioni

Cosa c’è di meglio che un derby per ritrovare l’entusiasmo perduto? La Reggina prova a ripartire dallo Scida di Crotone, per una sfida mai banale, dopo la doccia fredda della partita contro il Toro. Una gara senz’altro grigia quella condotta dalla squadra di Breda, che si è assuefatta troppo arrendevolmente ai ritmi bassi imposti dai granata per poi finire vittima di una delle consuete amnesie difensive.

Ma il peggio non è stato tanto la sconfitta, quanto il corollario di critiche che l’ha seguita: osservazioni magari non del tutto infondate, ma che sono la spia della lontananza che ancora separa il pianeta amaranto dall’allenatore. Breda è stato accusato senza mezzi termini dalla stampa locale e non solo di aver affrontato la capolista con eccessivi timori e senza quell’aggressività indispensabile per mettere in difficoltà una squadra che, sui propri ritmi, potrebbe pure vincere tutte le partite rimanenti. La pietra dello scandalo è stata quella mezz’ora di possesso palla per la squadra di Ventura, ritenuta inaccettabile: ma le caratteristiche della Reggina attuale sono queste, le stesse alla base dei trionfi di Livorno e Brescia.

Curioso constatare come pure dall’altra parte gli appunti mossi a Menichini siano di fatto gli stessi, ovvero quello di essersi presentato a Marassi con troppi timori reverenziali nei confronti di una Samp in crisi di gioco, risultati e nervi.

Così, al netto dei torti arbitrali, a Crotone si è convinti di aver perso un’occasione. Accomunate dalla stessa voglia di rivincita, le due squadre si avvicinano ad una partita molto più importante, e difficile, di quanto si possa pensare, soprattutto per la Reggina. Perché se le ripartenze fulminee hanno funzionato contro avversari come Brescia, Livorno e Torino, che per caratteristiche tecniche, leggi tendenza al possesso palla, erano portati a fare la partita consentendo alla Reggina di partire di rimessa, a Crotone Breda non potrà certo speculare sul risultato. Serve quindi una svolta, e per cambiare volto ad una squadra che, non solo per la differenza in classifica, allo Scida dovrà aggredire la partita fin dal primo minuto, ecco importanti cambi tattici: tornerà infatti titolare Bonazzoli, in coppia con Ceravolo, mentre in mezzo al campo riecco il furore agonistico di De Rose al posto di Rizzo.

Dall’altra parte Menichini torna al 4-2-3-1 abbandonato, con dolore, a Genova: torna a disposizione Gabionetta e con lui fanno ritorno nell’undici di partenza Florenzi e capitan Galardo.

La velocità degli esterni sarà l’arma in più del Crotone cui, nel gioco delle parti, spetterà l’”onore” del contro-gioco. Probabili formazioni. Crotone: Bindi; Correia, Vinetot, Abruzzese, Migliore; Florenzi, Galardo; Gabionetta, Calil, S. Pettinari; Djuric. Reggina: Kovacsik; Adejo, Emerson, A. Marino; Mat. D’Alessandro, N. Viola, De Rose, Rizzato; Missiroli; Bonazzoli, Ceravolo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche