Cruciverba: aroma per caramelle (5 lettere)
Cruciverba: aroma per caramelle (5 lettere)
Cucina

Cruciverba: aroma per caramelle (5 lettere)

anice

L'anice è una pianta molto utilizzata per le sue proprietà digestive e anche come aroma per le caramelle. Scopri i suoi benefici e possibili effetti negativi.

L’anice è una pianta originaria dell’Oriente da cui proviene un’aroma ideale per creare delle caramelle sane e buone. Ma non solo: l’anice viene spesso usato anche per combattere la tosse e i problemi digestivi.

L’anice

L’anice è una pianta dalle origini molto antiche. Originariamente proviene dall’Oriente, ma divenne immediatamente una spezia molto consumata dagli abitanti della Grecia e dell’Impero Romano. Il vero sapore di questa pianta proviene dai suoi semi oppure dai suoi piccoli frutti che, se fatti essiccare, sprigionano un aroma meraviglioso.

In giro per il mondo esistono ben tre piante che sono classificate con il nome anice. Ecco quali:

  • Verde. Questa pianta è quella maggiormente diffusa nel mondo occidentale. La sua caratteristica principale è data dal sapore molto tenue dei suoi frutti, aroma e gusto simili al finocchio, e dal colore giallo dei suoi fiori.
  • Stellato. Questa tipologia invece arriva direttamente dalla Cina. Prende questo nome dalla forma a stella dei suoi frutti, anche se a volte viene anche chiamato come “siberiano”. Questo perché è stato portato in Europa attraverso la Russia.

    Il sapore può ricordare molto quello della liquirizia. Per questo motivo molte volte è usato proprio come variante in molte ricette di cucina.

  • Pepato. Quest’ultima pianta ha una triplice origine asiatica. Proviene infatti da Cina, Corea e Giappone. La caratteristica principale dei suoi semi è quella di avere un sapore molto aromatico e tratti quasi piccante. Ideale per dare maggior sapore ai propri piatti.

Benefici e proprietà

La proprietà che maggiormente viene riconosciuta all’anice è quella di avere un effetto molto positivo sulla digestione. Sin dall’antichità veniva infatti usata dopo i pranzi o le cene per riuscire a digerire al megliociò che si aveva appena mangiato. Inoltre questa pianta ha anche delle proprietà antispasmodiche. Per questo motivo viene spesso usata nelle preparazione di tisane antigonfiore. L’anice, inoltre, offre anche un beneficio molto importante a tutte le persone che soffrono di mal di gola e tosse continua. Proprio per questo è presente in molti medicinali adatti per combattere questi sintomi.

Infine, secondo molti esperti, l’anice può essere considerato come un buon afrodisiaco, ideale per combattere l’impotenza.

In cucina

L’anice, in virtù del suo ottimo ed aromatico sapore, è spesso utilizzata per dare maggiore gusto ai molti prodotti e piatti della tradizione europea e mondiale. Molto usata come aromatizzante nella preparazione dei dolci come torte o pasticcini.
Non solo dolci però, questa spezia viene utilizzata anche nelle ricette a base di carne e verdure, specialmente nell’Europa del Nord. Raramente viene usata anche sui formaggi. Per quanto riguarda l’Italia, l’anice viene molto utilizzata sopratutto nella zona centrale del nostro paese. Per esempio nelle Marche questa spezia è l’ingrediente base nella preparazione di molti liquori che vengono successivamente usati per aromatizzare i dolci, come per esempio i famosissimi anicetti. Anche un liquore conosciuto in tutto il mondo come la Sambuca viene preparato utilizzando questa spezia che garantisce un profumo delicato e aromatico assolutamente irresistibile.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche