×

Cts, importante riprendere la presenza in classe: resta l’obbligo delle mascherine e del distanziamento

Il Comitato tecnico scientifico ritiene necessario dare priorità alla didattica in presenza per la formazione di qualsiasi ragazzino.

Cts, per il rietro a scuola: distanziamento e mascherina obbligatoria

È assolutamente necessario dare Cts dare priorità alla didattica in presenza per il prossimo anno scolastico che partirà a settembre: questo è ciò che emerge dal verbale del Cts, il comitato tecnico scientificato, in risposta ai quesiti del Ministero dell’Istruzione. 

Covid, Cts: fondamentale il ritorno in presenza

La didattica in presenza, infatti, gioca un ruolo fondamentale per qualunque ragazzo, non solo per la formazione, bensì pure per lo sviluppo psicologico. Inoltre, il Cts sostiene l’importanza di promuovere la vaccinazione nella scuola, sia del personale scolastico sia degli studenti stessi. E ha, infine, raccomandato che con la ripresa della didattica in presenza persista il distanziamento, per cui dove questo non sia possibile, è fondamentale mantenere attive le altre misure in paticolar modo l’obbligo delle mascherine in classe.  

Covid, Cts: fondamentale il ritorno in presenza, ma bisogna promuovere la vaccinazione nella scuola

Il Comitato tecnico scientifico ritiene, quindi, un passo primario che tutto il personale scolastico sia vaccinato, motivo per il quale ha mandare un invito diretto al governo affinché ogni sforzo sia fatto per raggiungere un’elevata copertura vaccinale non solo dei docenti, ma anche di chi non lo è. Inoltre, il messaggio marca bene l’idea di trovare delle misure, anche legislative, appropriate per assicurare la più elevata soglia di persone vaccinate.

Un’altra raccomandazione è rivolta alle mense scolastiche, nelle quali il Cts consiglia l’utilizzo delle mascherine da parte del personale che serve i pasti e l’uso del green pass. Tuttavia, una novità di quest’anno è che il servizio potrà essere erogato nel servizio mensa tradizionale, anzichè in porzioni monouso. Ovviamente restano i punti prediposti all’entrata e all’uscita per igienizzare le mani.

Covid, Cts: fondamentale il ritorno in presenza, ma niente test antigienici o anticorpali

Altro punto su cui bisogna porre l’attenzione è la questione dei test: il Cts ritiene a tal proposito che non si debbano eseguire i test in ambito scolastico né screening antigenici o anticorpali per la frequenza scolastica, quanto piuttosto si può ipotizzare la richiesta del green pass per il personale. Resta invariata la questione che, in caso di sintomi di infezione alle vie respiratorie del personale scolastico o degli studenti, bisognerà segnalare ciò all’Asl competente. Ultimo, ma non per importanza, la misura di igienizzazione degli ambienti: il Cts raccomanda la pulizia quotidiana, accurata e ripetuta, di tutti gli ambienti.
   

Contents.media
Ultima ora