×

Neil Armstrong: la biografia,i figli, i film e la morte

Neil Armstrong fu il primo uomo a sbarcare sulla Luna, la sua vita è raccontata in un bellissimo film.

Neil Armstrong film
Neil Armstrong vita

Erano le 02:56 (4:56 ora italiana) del 20 Luglio delll’anno 1969 quando l’ingegnere dell’Ohio Neil Armstrong posò piede sulla suoerficie lunare. Si scriveva la storia: Neil Armstrong era il primo uomo a sbarcare sulla luna.

Neil Armstrong: la vita

Neil Armstrong nacque il 5 agosto del 1930 a Wapakoneta. Fin dalla più giovane età Neil emerse per essere un bambino curioso e interessato. Grande lettore e ottimo studente, il piccolo Armstrong era già un ingegnere. A convalidare questa sua grande passione fu proprio la laurea in ingegneria aeronautica, presa a pieni voti nella Purdue University, frequentata grazie a una borsa di studio di 4 anni della Marina e dell’Aeronautica, che comprendeva 3 anni di servizio militare.

Neil era un ingegnere, un marito e un padre. Aveva sposato Janet Shearon e con lei aveva avuto 2 figli maschi, Eric e Mark, e una figlia femmina, Karen, morta di polmonite a soli due anni. Complicazione frutto di un brutto tumore encefalico. Pochi mesi dopo la dipartita della figlia, Neil si candidava al programma spaziale della Nasa.

Pilota in Corea del Nord, dove era stato collaudatore di aerei sperimentali pericolosi, ne 1965 Neil vide in faccia la morte durante la missione Gemini 8 (il secondo programma di volo umano intrapreso nello spazio dagli USA), nonché durante la preparazione prevista per il programma Apollo, quando un veicolo per l’addestramento all’allunaggio saltò in aria improvvisamente.

Armstrong riuscì a salvarsi buttandosi fuori. Subito dopo i suoi colleghi lo videro seduto nel ufficio intento a lavorare.

Era un uomo riservato e silenzioso, che non accennava mai alla sua famiglia. Un uomo che non amava i riflettori e che dopo il suo rientro dalla luna non volle fare l’eroe, ma il professore all’università di Cincinnati. Neil Armstrong morì il giorno 25 del mese di agosto 2012, in seguito alle complicazioni manifestatesi in seguito a un intervento chirurgico.

La missione sulla Luna

In compagnia di altri due astronauti americani, Buzz Aldrin e Mike Collins, il comandante dell’Apollo 11 Armstrong partì il giorno 16 del mese di luglio a bordo del Saturno V. Il razzo lanciato dal Kennedy Space Center alle 09:32 (ora americana) il 16 luglio 1969 fece la sua entrata nell’orbita della Terra dopo 12 minuti. Alla sua estremità si trovava la navicella spaziale Apollo.

Era un viaggio durato 4 giorni, al termine dei quali Eagle, il modulo lunare di Apollo, iniziò la sua discesa alla volta della superficie lunare. L’allunaggio venne completato alle 20:17 ora americana (22:17 italiane). Prima di uscire dal loro veicolo, Armstrong, Aldrin e Collins si sarebbero dovuti riposare per 4 ore. Tuttavia, il capitano ottenne il permesso per poter anticipare le operazioni.

Fu così che Armstrong compì il suo piccolo grande passo sulla Luna effettuando il primo sbarco dell’uomo sulla Luna. A seguirlo fu Aldrin, che trascorse con lui fuori dall’Apollo ben 2 ore e mezzo. In quel lasso di tempo i due raccolsero ben 21,5 chili di materiale lunare. Il tutto venne riportato sulla Terra il 24 di luglio, quando un po’ prima del sorgere del sole i tre astronauti si posarono sulla superficie dell’Oceano Pacifico, a poco meno di 3000 chilometri a oriente dell’Isola di Wake, uno dei territori amministrati dal comando dell’aviazione militare annoverati tra quelli non incorporati degli USA.

Neil Armstrong: tra film e letteratura

Un libro che ha ispirato un film per un’opera ricca e avvincente, un’opera da leggere tutta d’un fiato. Il suo titolo è “First man. Il primo uomo. La biografia autorizzata di Neil Armstrong“, la penna è quella di James R. Hansen. Un lavoro meticoloso che racconta l’impresa epica del 20 luglio 1969: una domenica insolita, che non ha visto il protagonista mettere piede in un qualunque parco della sua città, bensì lo ha immortalato mentre lo poggiava sulla superficie lunare.

Dal libro al film girato dal regista Damien Chazelle: “First Man – Il primo uomo“. La pellicola, uscita nelle sale nel 2018, vede Ryan Gosling interpretare Neil Armstrong e Claire Foy nel ruolo fi Janet Shearon, la moglie roccia dell’astronauta nonché collante del nucleo familiare. È da lei che Neil si rifugerà dopo il lavoro, è insieme a lei che il comandante dell’Appollo affronterà prima la malattia e poi la scomparsa della figlia Karen.

Contents.media
Ultima ora