×

Edvard Munch: le opere celebri e la biografia del pittore

Condividi su Facebook

Edvard Munch nacque in Norvegia nel Diciannovesimo secolo, ed è oggi ricordato come uno tra i pittori più rivoluzionari e famosi della storia.

Edvard Munch
Edvard Munch, uno tra i pittori più rivoluzionari e famosi della storia

Edvard Munch nasce in Norvegia nel Diciannovesimo secolo e oggi è ricordato come uno tra i pittori più rivoluzionari e famosi della storia per il stile unico e inimitabile. Tale stile venne compreso del tutto successivamente alla morte dell’autore e al sorgere del fenomeno dell’Espressionismo. Fu infatti uno tra i primi che attraverso le sue opere e i suoi dipinti anticipò i temi dell’espressionismo, esprimendo all’interno dei suoi quadri sentimenti di dolore, tristezza e nostalgia che provò per le condizioni difficili di salute in cui versavano i familiari, nonché da talune perdite che l’autore subì nel corso della sua infanzia e nella sua adolescenza.

Edvard Munch: la biografia

Tra i sentimenti espressi dall’autore all’interno delle sue opere si possono ricordare:

  • L’angoscia esistenziale del pittore, ovvero il fatto che non possa godersi la propria vita, perché la stessa è caratterizzata della presenza costante di tale sensazione e che la morte potrebbe sopraggiungere in qualunque momento;
  • l’analisi della solitudine dell’uomo, nel momento in cui sopraggiunge la morte.

    Questo sentimento di solitudine è condizionato dalle sofferenze che l’autore, e anche la famiglia dello stesso, hanno patito nel corso della vita;

  • Crisi dei valori etici e religiosi, i quali vengono posti dall’autore costantemente in dubbio, in seguito in particolare alle morti di persone a lui care tra le quali la madre in giovane età e la sorella successivamente;
  • Incertezza del futuro, tema riferito al contesto societario, e in particolare alla classe borghese e militarista.

La vita dell’artista è caratterizzata da successi, ma anche da tanti insuccessi, momenti di sconforto che ne influenzano lo stile e la capacità percettiva verso gli altri componenti della società.
Infatti le sue prime mostre furono aspramente criticate, rivalutate successivamente da artisti emergenti che ammirarono nell’autore i lineamenti dei soggetti ritratti, nonché la capacità del pittore di esaltare il lato emotivo della realtà rispetto a quanto invece fosse percepibile nella vita reale.

Nelle opere dell’autore è possibile individuare elementi riferibili alle culture nordiche, in particolare di carattere filosofico e letterario.

In tali elementi si ricava una visione dell’esistenza, non vissuta pienamente in quanto sopravviene l’angoscia dell’attesa della morte che potrebbe sopraggiungere in qualunque momento e che impedisce all’autore di apprezzare le sfaccettature gioiose della vita.

Elemento caratterizzante di tutte le sue opere è l’incubo di una persona comune, la presenza di una dimensione di pura disperazione a cui non può porsi rimedio. Infatti nella concezione dell’autore tale stato d’animo non può trovare alcun conforto, neanche un rimedio salvifico neppure nel suicidio. Tra le eredità giunte alla nostra epoca si rinvengono più di 1000 quadri, e oltre 4000 disegni, anche se molti dei quali danneggiati dalle forze di polizia nazista.


Le opere più famose di Edvard Munch

  • La fanciulla malata: si ricorda una peculiarità di quest’opera nella quale l’artista adopera del diluente per rappresentare le lacrime di dolore sporcando cosi la tela;
  • La pubertà: quadro che ritrae una fanciulla nuda, nel quale l’autore vuole rappresentare il suo dramma esistenziale, e la sua solitudine;
  • Malinconia: è un’opera composta da cinque tele, il cui nome scelto è dovuto ai colori utilizzati dall’autore nella definizione malinconica dell’atmosfera.

    L’oggetto della serie è costituito dalla relazione tra un uomo e una donna sposata. L’autore si rispecchia in quest’opera avendo avuto egli stesso una relazione con una donna sposata;

  • L’Urlo: l’opera più famosa di questo autore, nel quale cerca di rappresentare le emozioni vissute in una calda sera d’estate, il quadro presenta inoltre anche un poema nel quale l’autore definisce l’episodio e le emozioni racchiuse nel dipinto.

La tela rappresenta un episodio particolare caratterizzato dalla presenza di un sole che ormai calato, sembrava disegnare nel cielo una spada caratterizzata da un colore rosso intenso. Ebbene l’autore si fermò davanti a questo spettacolo e d’improvviso sentì un urlo della natura e cominciò a tremare.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche