×

Pompei riapre: ingresso per 40 persone ogni quarto d’ora

Condividi su Facebook

Il parco archeologico di Pompei, dopo due mesi di stop, riapre ai visitatori. Gli ingressi saranno contingentati e si entrerà in gruppi di 40 persone.

Ritrovato a Pompei il cavallo bardato del generale
Pompei, ritrovato il cavallo bardato del generale

Il parco Archeologico di Pompei riapre ai visitatori. Dopo due mesi di chiusura, a causa dell’emergenza sanitaria in atto nel nostro paese, il sito si presta a tornare in una veste nuova. Si entra in numero limitato. Ci saranno massimo 40 persone ogni quindici minuti.

Ovviamente, sin dagli ingressi, saranno prese tutte le misure necessarie a garantire la massima sicurezza. I turisti che visiteranno il parco, saranno guidati da freccette che indicheranno loro il percorso sicuro da seguire. Novità sugli orari. Gli scavi di Pompei, infatti, saranno aperti dalle 9 alle 17,30. Per incentivare i visitatori a vedere gli Scavi della città sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., la direzione ha pensato ad una piacevole iniziativa.

Per le prossime due settimane il biglietto d’ingresso al parco avrà un costo irrisorio di 5 euro. Una grande opportunità per chi non ha mai avuto modo di vedere da vicino questo importante sito archeologico italiano.

Pompei riapre alle visite

“Dopo oltre 2 mesi e mezzo Pompei riapre ai visitatori. Si mostrerà in maniera diversa. Ci saranno i termoscanner agli ingressi e mascherine per tutti”, ha spiegato Massimo Osanna, direttore generale della Soprintendenza archeologica di Pompei.

Quella che i visitatori si troveranno davanti sarà una Pompei “nuova”. Ci saranno nuove attrattive da visitare. Tra le novità più importanti, per esempio, ci sarà la possibilità di visitare la casa Cornelio Rufo, il cui restauro è appena terminato. L’ingresso sarà nella Piazza Centrale per garantire la massima sicurezza ai turisti. “Pompei è ancora piu’ bella: ha qualcosa di metafisico per chi la attraversa con le strade vuote”, così ha continuato Osanna.

Quello che preoccupa è l’indotto. A causa della crisi sanitaria, infatti, più di 400 locali e negozi non hanno riaperto a Pompei.

Pompei si presenta rinnovata

Quella che si presenterà al visitatore sarà una Pompei rinnovata. Ci sarà un nuovo ingresso. C’è grande fiducia e senso di forte ripartenza. “Pompei ci ha insegnato che è una città resiliente – ha aggiunto ancora Osanna – è risorta da eruzioni, terremoti, guerre e furti dei tombaroli”. Chi avrà modo di visitare le meraviglie di Pompei, potrà anche vedere le nuove scoperte nella zona di Civita Giuliana, fuori Pompei.

A partire dal 9 giugno il biglietto d’ingresso tornerà alla cifra ordinaria di 16 euro. Insomma, chi non lo ha mai fatto, dovrebbe approfittare di questo periodo per visitare questo meraviglioso parco archeologico. I tour, al fine di incentivare le visite, saranno anche sponsorizzati sui profili social della direzione del parco pompeiano.

Antonio Maione, 21 anni, studia Giurisprudenza all'Università Federico II. Appassionato di giornalismo e televisione, si interessa al gossip e alla cronaca rosa, con uno sguardo all'attualità nazionale e internazionale. Collabora con Blasting News.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonio Maione

Antonio Maione, 21 anni, studia Giurisprudenza all'Università Federico II. Appassionato di giornalismo e televisione, si interessa al gossip e alla cronaca rosa, con uno sguardo all'attualità nazionale e internazionale. Collabora con Blasting News.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.