×

“Tutto in un abbraccio”, il nuovo libro sulla storia di San Patrignano

Condividi su Facebook

"Tutto in un abbraccio" racconta la storia della Comunità di San Patrignano dalla fondazione alle nuove sfide da affrontare.

Tutto in un abbraccio San Patrignano

Una raccolta di testimonianze sul recupero di 26mila giovani vittime della tossicodipendenza, il racconto di quarant’anni di sfide che la Comunità si è trovata ad affrontare e il modello offerto da chi per una vita si è dedicato ad accogliere e far tornare alla vita migliaia di ragazzi: è il contenuto di “Tutto in un abbraccio“, il libro di Giorgio Gandola sulla storia di San Patrignano edito da Panorama e disponibile dal 9 dicembre.

Copertina Tutto in un abbraccio

Tutto in un abbraccio: il libro su San Patrignano

Il racconto, che parte dalla fondazione da parte di Vincenzo Muccioli, ripercorre i cambiamenti e le complessità che hanno permesso alla Comunità, in quarant’anni, di diventare un porto sicuro per migliaia di giovani oltre che punto di riferimento internazionale nel recupero dei tossicodipendenti.

San Patrignano

Si tratta di una vera e propria camminata nel tempo, come l’ha definita il Presidente della Comunità Alessandro Rodino Dal Pozzo, che offre al lettore una fotografia molto fedele alla realtà che mostra da un lato il problema della droga e dall’altro una comunità che cerca di fare qualcosa per contrastarlo.

A non cambiare, nel tempo, quei valori su cui San Patrignano è stata fondata“, ha sottolineato Dal Pozzo.

San Patrignano

Oltre al fenomeno della tossicodipendenza, il libro affronta anche tutte le altre sfide che la Comunità si è trovata ad affrontare negli ani, dalla piaga dell’AIDS alle nuove sfide educative e di preparazione ad un reinserimento nel mondo del lavoro delle migliaia di ragazzi che entrano a farvi parte. Attualmente ospita in modo totalmente gratuito 1200 giovani impegnati in un confronto continuo con i propri limiti accompagnato ad un percorso di formazione professionale per reinserirsi nella società una volta terminata l’esperienza.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Chi erano i re Magi
Cultura

Epifania, chi erano davvero i Re Magi?

“L’epifania tutte le feste si porta via dice un noto detto popolare”. Con l’arrivo dei Magi il Natale volge al termine, ma chi erano i Magi?
Contents.media