×

Alla scoperta di “Piovono bombe”, l’ultimo romanzo di Stefano Iannaccone

Condividi su Facebook

Nel nuovo romanzo del giornalista Stefano Iannaccone la guerra e il mondo dello show business si intrecciano per raccontare la storia di due fratelli.

È la storia di un fratello e una sorella quella che il giornalista e scrittore Stefano Iannaccone porta sulle pagine del suo ultimo romanzo Piovono bombe, edito da Les Flàneurs. Due fratelli, Diego e Marta, che dopo essere stati inseparabili durante l’adolescenza vengono allontanati l’uno dall’altra a causa di evento traumatico; costretti nell’età adulta a fare i conti con la propria coscienza e con gli errori commessi, cercando di non compierne di ulteriori mentre indagano su loro stessi e sulla società che li circonda.

Piovono bombe di Stefano Iannaccone

Il libro di Stefano Iannaccone parte da due esistenze agli antipodi, ma che nel corso della storia avranno modo di poter scrutare più volte nel tentativo di comprenderne le storture. Così come sono agli antipodi i contesti nei quali i due protagonisti di muovono: da una parte lo scenario della guerra in Siria, con Diego giovane cooperante rapito dai miliziani jihadisti, mentre dall’altra con Marta che da talentuosa cantante qual è tenta in ogni modo di sfondare nel mondo dei talent e dello show business.

Un racconto che ha modo di svilupparsi tra flashback, attualità e colpi di scena, dove la professione di giornalista di Iannaccone emerge spesso tra le righe, soprattutto con le numerose apparizioni di Diego e Marta sulle pagine dei quotidiani, seppur in sezioni diverse: da una parte nel gossip e dall’altra nella cronaca. Ma tanti altri temi riescono a trovare spazio nel romanzo, come la manipolazione delle informazioni, la guerra, la malattia e non ultima la superficialità del mondo dello spettacolo.

Collaboratore per Panorama, Fanpage, Left, Notizie.it e Impakter Italia, assieme a Piovono bombe Stefano Iannaccone ha all’attivo altri tre libri, tra cui il saggio Sotto Tiro sulla diffusione delle armi da fuoco nel nostro Paese.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Chi erano i re Magi
Cultura

Epifania, chi erano davvero i Re Magi?

“L’epifania tutte le feste si porta via dice un noto detto popolare”. Con l’arrivo dei Magi il Natale volge al termine, ma chi erano i Magi?
Contents.media