×

Egitto, scoperte mummie “dalla lingua d’oro” per parlare con Osiride

Nell'ambito di scavi archeologici in Egitto, sono stati ritrovati importanti reperti. Ma l'attenzione è tutta per le mummie "dalla lingua d'oro"

Egitto mummie foglia d'oro

Tanti i reperti ritrovati nell’ambito di alcuni importanti scavi archeologici in Egitto ma l’attenzione è tutta per le “mummie dalla lingua d’oro”. Gli archeologi spiegano questo singolare rituale legato al mondo dell’aldilà.

Mummie dalla lingua d’oro scoperte in Egitto

La scoperta, con tanto di foto sui social, è stata comunicata dal Ministero delle Antichità egiziano. Nell’ambito di alcuni scavi archeologici condotti a ovest di Alessandria sono stati ritrovati importanti reperti. Il team, guidato da Kathleen Martinez dell’Università di Santo Domingo nella Repubblica Dominicana, stava lavorando al Tempio Taposiris quando ha scoperto 16 sepolture funerarie scavate nella roccia, risalenti all’epoca greca e romana con all’interno – come recita il comunicato – “un certo numero di mummie in cattivo stato di conservazione”.

Tra queste, come ha poi specificato un alto funzionario del dicastero, due avrebbero una particolarità molto evocativa: una foglia d’oro a forma di lingua nella bocca.

Un rituale particolare

Come ha spiegato il Ministero delle Antichità egiziano mediante il comunicato si tratta di un particolare rituale per assicuare ai defunti “la capacità di parlare nell’Aldilà davanti al tribunale di Osiride”, Dio egizio della morte e dell’oltretomba.

Gli altri reperti

Dalle foto diffuse sui social si può ammirare la bellezza degli altri reperti ritrovati, fra i quali anche un diadema d’oro, otto volti di marmo sempre di epoca greco-romana, e una splendida machera funeraria femminile.

Fonte: https://www.facebook.com/moantiquities/posts/3782173178494971

Contents.media
Ultima ora