> > Dà in escandescenze al Pronto Soccorso di Pontedera, fermato dai carabinieri

Dà in escandescenze al Pronto Soccorso di Pontedera, fermato dai carabinieri

Carabinieri in un'immagine di repertorio

Momenti di violenza in uno spot sanitario della provincia di Pisa, al "Lotti" dà in escandescenze al Pronto Soccorso di Pontedera, fermato dai carabinieri

Momenti di violenza e paura in provincia di Pisa dove un uomo dà in escandescenze al Pronto Soccorso di Pontedera e viene fermato dai carabinieri.

Un 39enne si aggirava nei locali in stato di agitazione ed inveiva contro tutti, poi ha reagito ai militari. Militari che hanno diffuso una nota stampa sull’accaduto. In essa si spiega che i “Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Pontedera hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 39enne responsabile di resistenza a pubblico ufficiale”. 

Dà in escandescenze al Pronto Soccorso 

Poi lo storico: “Il fatto è avvenuto intorno alle 3 di domenica 22 gennaio all’interno del pronto soccorso dell’ospedale ‘Lotti‘, da dove il personale sanitario aveva richiesto l’intervento dei militari”.

Ma cosa stava accadendo nel presidio sanitario di emergenza? “Vi era un soggetto che si aggirava all’interno dei locali in totale stato di agitazione e inveiva verso i sanitari. L’uomo si trovava presso il nosocomio dopo aver appreso che era stata condotta l’ex fidanzata, che poco prima era rimasta coinvolta in un sinistro stradale”. 

Fermato, denunciato e liberato

E ancora: “Giunto sul posto però, per futili motivi, l’uomo è andato in escandescenza tanto che alla vista dei militari intervenuti si è scagliato loro contro, tentando di colpirli ripetutamente.

Durante la colluttazione scaturita, i carabinieri sono riusciti ad immobilizzarlo e trarlo in arresto”. l‘uomo è stato condotto in caserma, denunciato e rimesso in libertà.