×

Dalila Di Lazzaro: la terribile rivelazione a Domenica Live

Ospite a Domenica Live, è intervenuta Dalila Di Lazzaro. Dalila DI Lazzaro si è lasciata andare facendo una terribile rivelazione riguardo il suo passato.

default featured image 3 1200x900 768x576

Ieri nel salotto domenicale di Domenica Live, con la conduzione di Barbara D’Urso, tra gli ospiti della trasmissione, vi era l’attrice Dalila Di Lazzaro. L’attrice, nonostante i suoi 64 anni, è ancora bellissima e in splendida forma. Nel salotto della D’Urso, Dalila si è confessata, parlando dei suoi amori, della sua carriera, della sua infanzia e di molto altro.

Tutta la sua vita è stata anche raccontata in un libro che è la sua autobiografia.

Dalila Di Lazzaro, grandissima icona e sex symbol degli anni 80, ha parlato dei suoi amori. Ha raccontato di essere stata corteggiata da moltissimi colleghi, come Agnelli e lo stesso Jack Nicholson. Con Jack Nicholson è stata sedotta, ma poi i due hanno trascorso la notte senza consumare. Di Jack Nicholson, confessa di essersi pentita. Parla anche del corteggiamento di Alain Delon.

Su Alain Delon, confessa: “Con le persone con cui lavoro non riesco. Alain Delon era bello come il sole. Quando ho lavorato con lui (nel film francese “Tre uomini da abbattere” di Jacques Deray nel 1980, ndr) avevo charter di amiche che venivano solo per vederlo.”

L’incontro con Gianni Agnelli

Ricorda di essere stata corteggiata anche da Gianni Agnelli, di cui ricorda il primo incontro in questo modo:

Ero una bambina.

Una sera un produttore mi disse: “Mi accompagni a mangiare dal mio avvocato?”. Insisteva e andai con un vestitino azzurro, era estate. Mi ha portato in una bellissima casa. Vedo un signore in tight. Era il maggiordomo, che ci ha portato in giro per questa casa bellissima. E poi me lo sono trovato davanti… Se mi ha corteggiato? Come dice Raz, sono fatti miei!”

La rivelazione: le violene subite

Dopo i momenti più leggeri, arrivano quelli dolorosi e terribili della sua vita. Dalila parla e racconta delle violenze che ha subito. Racconta di aver subito tre violenze e di averle superate tutte, in quanto si ritiene una vera e propria leonessa. Parla delle violenze sessuali avvenute in momenti particolari e diversi della sua vita. Ha subito violenza per la prima volta da un membro della sua famiglia, ovvero il cugino.

Ecco il momento della confessione della violenza: “Ho radici forti, valori ereditati da mio padre, che è stato un uomo veramente straordinario, e da mio nonno, valori che ho coltivato. Sono riuscita a superare le mie tre violenze. La prima volta fu a sei anni, fu un mio cugino. Non si parlava di questo fatto, avevo una tata cui dicevo tutto. Sono riuscita a perdonare. Mi sono detta che lui era una brutta persona, ma che io non sono così. La seconda è stata molto grave. Ero andata a lavorare come modella a 17 anni, con una persona che mi sequestrò per quattro giorni, facendo cose terribili. Sono stata una leonessa. La terza volta fu a 40 anni. Era un mio amico da tanti anni che ebbe un colpo di follia in una serata. Mi invitò fuori a cena e mi chiese di andare su nella sua camera d’albergo. All’improvviso è impazzito. Pesava 150 chili, ho dovuto arrendermi. Ora mi dico: è una brutta persona, peggio per lui”.

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Simona Bernini

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora