×

Dalîlah presenta “Temporale”: “Il singolo nasce da un periodo di insoddisfazione e voglia di evadere”

È il temporale dell’anima, il turbinio di emozioni interiore e anche alcune difficoltà personali ad aver dato vita al nuovo singolo di Dalîlah.

Dalîlah nuovo singolo Temporale

Dalîlah, giovane cantautrice sarda, presenta con entusiasmo il suo nuovo singolo “Temporale”. Grinta e gentilezza sono alcuni dei suoi cavalli di battaglia e così nell’intervista ha presentato i suoi progetti.

Dalîlah presenta il nuovo singolo, “Temporale”

“Temporale” è una canzone malinconica e travolgente al contempo, che descrive con cura un mix variegato di emozioni. È un brano fresco e intrigante dal sapore un po’ retrò, così come è lo stile di Dalîlah: un viaggio dalle atmosfere anni Ottanta che accompagna l’ascoltatore nell’universo dell’artista, fatto di disordine e passione. “Temporale” racconta del turbine di emozioni, anche contrastanti, che possono caratterizzare quei momenti della vita in cui è la confusione a fare da padrona e che scuotono l’anima come una tempesta.

A proposito del nuovo singolo, Dalîlah ha dichiarato: “È un brano nato di getto quest’estate, mentre attraversavo un periodo di insoddisfazione, in cui avevo solo una grande voglia di evadere. Mi sembrava tutto avvolto in un grande disordine, dalla mia testa alla mia stanza, dai miei rapporti personali al mio lavoro, ed ero diventata insofferente.

Avevo bisogno di un po’ di leggerezza. Così mi sono fermata un attimo, ho analizzato me stessa e mi sono messa a ridere dei miei stessi comportamenti. Da lì è nato un brano autobiografico, in cui mi racconto con molta sincerità e un pizzico di ironia”.

Il brano, con la produzione di Giovanni Antonicelli, vanta al basso la partecipazione di Gabriele Cannarozzo e alle chitarre di Elvezio Fortunato, che ne ha curato anche il mix e mastering.

Nel testo l’artista si paragona a una città affollata, a tratti disordinata e un po’ caotica, ma allo stesso tempo capace di amare e accogliere chi le si avvicina. Un invito ad accettare il temporale di sentimenti che ognuno di noi si porta dentro, per poter amare sé stessi e il prossimo senza maschere.

Dalîlah nuovo singolo Temporale

Su di sé ha confidato: “Il mio vissuto piò essere condiviso da molte altre persone. Ero una ragazza molto timida e con la musica ho trovato il modo per liberare il mio stato d’animo. Così riesco a parlare di me anche in maniera ironica: il modo giusto per superare i problemi. La canzone è nata in un momento davvero temporalesco. Tutto intorno a me e nella mia testa era molto caotico. A un certo punto mi sono bloccata e ho riso per i miei comportamenti: è in quel momento che è nata la mia canzone, in maniera molto naturale e nell’arco di poche ore. È bastato un pomeriggio”.

Mettere in musica i suoi problemi le è stato d’aiuto per esternare e sfogare certe difficoltà. “Con il mio sound ricordo che serve anche leggerezza, senza lasciarsi appesantire dai problemi quotidiani. Leggerezza non è sinonimo di superficialità. Siamo circondati da pesantezza, serve trovare una via di fuga: le mie valvole di sfogo sono musica e scrittura. A tutti consiglio di trovarne una, perché è di grande aiuto”.

Ma Dalîlah è davvero così caotica? È davvero un temporale fatto a persona? “Sembro molto calma, ma non lo sono per niente”, ha svelato con il sorriso. Quindi ha aggiunto: “Soffro di insonnia, perché la mia testa è sempre in movimento. Frulla di continuo. Nel mio nuovo singolo mi paragono a una città caotica, in quanto dall’esterno tutto sembra perfettamente funzionare, ma all’interno è tutto caotico. Ho pensato al temporale, perché io sono così: tengo tutto dentro e alla fine esplodo.

Dalîlah nuovo singolo Temporale

Dopo quel periodo di confusione, quanto è cambiata Dalîlah? “Sto sentendo esigenze diverse. Sto affrontando temi astratti nelle canzoni che ho ancora nel cassetto. Si tratta di brani a cui non riesco ancora a dare chiarezza. Il temporale penso faccia proprio parte della mia persona”.

La carriera e i nuovi progetti

Dalîlah è una cantautrice che si definisce con la testa tra le nuvole. Nata ad Arzachena (Costa Smeralda), cresce in giro per il mondo alla ricerca di sé stessa: ha vissuto in Irlanda e in Australia, dove ha iniziato a scrivere i suoi primi testi e ha scoperto l’esigenza di parlare attraverso la musica. Nel 2016 arriva a XFactor, dove riceve il supporto e l’incoraggiamento di Arisa e Manuel Agnelli.

Il 13 novembre 2020 esce il suo singolo d’esordio “Povera Illusa”, un brano profondo e necessario che fa da apripista per il secondo singolo “Teorie di Seneca”, pubblicato l’8 ottobre 2021. In questi anni affina le sue esibizioni live e ha la possibilità di collaborare con importanti musicisti quali Phil Mer, Gabriele Cannarozzo, Elvezio Fortunato e Giovanni Antonicelli, quest’ultimo anche produttore. Attualmente vive a Milano, suona la chitarra e scrive canzoni su di lei, su ciò che la circonda, sulla quotidianità e sui mille viaggi che fa dentro l’astronave della sua testa in modo autentico e diretto.

Non solo l’entusiasmo per il nuovo singolo: Dalîlah è al lavoro su nuovi progetti. A tal proposito, infatti, ha dichiarato:Ho già 4 brani scritti durante il lockdown. A breve uscirà un altro singolo, che parla di una mancanza. Una canzone molto diversa da “Temporale” e sarà accompagnata da un videoclip ufficiale. Passo dopo passo presenterò tutto quello che ho composto”.

Contents.media
Ultima ora