×

Dalla Grecia pacco bomba destinato a Berlusconi

Dopo l’allarme terrorismo dei giorni scorsi per un pacco bomba trovato su un aereo diretto negli USA, ora la paura si diffonde anche sui voli europei. Nelle ultime ore si sono moltiplicati gli allarmi per pacchi sospetti nelle spedizioni aeree del Vecchio Continente provenienti dalla Grecia.

Uno di questi pacchi era destinato al premier Berlusconi e ha costretto l’aereo che lo aveva caricato a un atterraggio di emergenza a Bologna e si è incendiato mentre gli artificieri tentavano di farlo brillare.

Dalla Grecia era partito anche un pacco bomba diretto al cancelliere tedesco Merkel, e questo ha intensificato i controlli della compagnia di spedizioni permettendo così di trovare il pacco indirizzato a Palazzo Chigi.

“È possibile che italiani siano coinvolti nella spedizione di pacchi bomba partiti dalla Grecia, uno dei quali destinato al premier Silvio Berlusconi.” Lo ha detto all’Ansa il ministro dell’interno Roberto Maroni.

«Sono noti – ha spiegato Maroni – i rapporti di collaborazione tra anarchici greci e italiani. Ci sarà da verificare quindi se ci sia stato un coinvolgimento di italiani in questi ultimi episodi». Annuncia che dopo i pacchi bomba trovati ieri, sono stati innalzati i controlli negli aeroporti italiani. «Ho sentito – ha detto – il capo della polizia Antonio Manganelli e il presidente dell’Enac, Vito Riggio, e abbiamo deciso di intensificare i controlli negli aeroporti».

Per ora comunque, ha aggiunto, «non è stata adottata alcuna restrizione per i voli provenienti dai paesi a rischio come lo Yemen; vedremo poi se ci sarà questa necessità». Lunedì, ha concluso il ministro, «ci sarà un vertice a Bruxelles dei ministri dell’interno europei in cui ci sarà un confronto sul rischio terrorismo».

Scrivi un commento

1000

Leggi anche