×

Dante 700, il viaggio negli inferi delle catacombe vaticane

Roma, 18 mag. (askanews) – Un viaggio nelle catacombe vaticane, quasi come scendere negli inferi, una mostra e un convegno internazionale. Il Vaticano celebra i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. E lo fa con numerose iniziative. Ne ha parlato ad askanews il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e presidente del Comitato scientifico-organizzativo Dante 700.

“Lo vogliamo fare attraverso alcune vie. Prima: una grande esposizione informatica con i materiali più sorprendenti della Biblioteca apostolica vaticana.

Una seconda strada è quella di un grande convegno internazionale, per dare il nostro contributo scientifico perché Dante come noto non è soltanto un grande poeta ma è anche un grande teologo, lo faremo sull’oltrevita di Dante. Infine, una terza iniziativa è un viaggio per condurre le persone a scendere nei sotterranei delle catacombe facendo un’esperienza di Inferno rispetto a quella vissuta da Dante dove si incontrano i nuovi vizi e le nuove virtù e alla fine il desiderio è che all’interno delle scuole e elle famiglie si riapra la Divina Commedia che è un grande messaggio di alta poesia, di fede e in questo tempo di luce e di speranza perché la finale è aperta sul grande orizzonte del Paradiso”.

Il Convegno Internazionale si terrà il 25-26 novembre 2021, in collaborazione con l’Università Roma 3: la tematica è la dimensione teologica, la riflessione sull’escatologia, la teologia dell’aldilà. La mostra digitale su materiali e manoscritti invece riguarda una cinquantina di pezzi, libri a stampa, incisioni ed anche medaglie, resterà sul sito della Biblioteca Vaticana e sarà allestita in modo da dare molteplici possibilità di lettura a seconda del tipo di approfondimento che si intende fare. Infine, la Lettura di Dante in luoghi significativi, in collaborazione con il Cortile dei Gentili.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Contents.media
Ultima ora