David Nicholls e Sarah Quigley al Festival Le Corde dell'anima - Notizie.it
David Nicholls e Sarah Quigley al Festival Le Corde dell’anima
Libri

David Nicholls e Sarah Quigley al Festival Le Corde dell’anima

David Nicholls e Sarah Quigley in Italia

Venerdì 1 GIUGNO

19.30 – Piazza del Duomo

DAVID NICHOLLS con NICCOLO’ FABI

introduce Stefano Salis

Sabato 2 GIUGNO

12.30 – Palazzo Affaitati

SARAH QUIGLEY con EMANUELE FERRARI

La storia incontra la musica di Shostakovic

introduce Enrico Reggiani

Sinfonia Leningrado: Il libro Primavera 1941. Rompendo il patto di non aggressione, la Germania di Hitler dichiara guerra all’Urss. Il 22 giugno 1941 l’esercito tedesco mette piede in territorio sovietico e, col favore della Luftwaffe, l’aviazione della Wehrmacht, avanza precipitosamente senza incontrare resistenza. A Leningrado, la grande, elegante città dove risiede il fiore dell’intellighenzia sovietica, l’angoscia si fa strada nella popolazione. Mentre le autorità sovietiche dispongono le truppe, guidate dal Maresciallo ukov, a difesa della città, larga parte dell’élite culturale, tra cui l’Orchestra Filarmonica e il suo stimato direttore, Yevgeny Mravinsky, si trasferisce nella tranquilla Siberia, per scampare ai bombardamenti. Dmitri Shostakovich, tuttavia, stimato e noto compositore, decide di non abbandonare al suo destino Leningrado, anima culturale della Santa Madre Russia.

Passa perciò le ore a scavare trincee o a spegnere gli incendi come aiuto pompiere e, nelle ore libere, rintanato nel suo studio fino a tarda notte, a lavorare a un grandioso progetto: una nuova sinfonia dedicata alla città, un inno alla libertà che infonda coraggio e ardimento nei cittadini di Leningrado, nella loro lotta contro il nemico invasore. L’ostinazione di Shostakovich è tale che, una volta costretto a lasciare la città e a rifugiarsi nella lontana Kuibyshev per mettere al riparo i suoi, continua a lavorare strenuamente alla sinfonia e a portarla a termine. Nell’agosto del 1941, i tedeschi stringono d’assedio Leningrado e per novecento lunghi giorni impediscono qualsiasi regolare via d’accesso alla città. Miracolosamente, però, la sinfonia di Shostakovich dalla remota Siberia riesce ad arrivare a Leningrado tra le mani di Karl Eliasberg. Solitario, timido e balbuziente direttore dell’Orchestra Radio di Leningrado che vive con la madre anziana e malata ed è deriso da molti, Karl Eliasberg, con l’aiuto di Nikolai Nikolayev, il violinista che ha perso la moglie e non ha più ritrovato la figlia durante l’assedio, e di un gruppo di musicisti straziati dalla fame e dal freddo, riesce a eseguire la sinfonia.

Un piccolo, eroico gesto che ha una immediata risonanza nella città cinta d’assedio e contribuisce non poco alla sua vittoriosa resistenza contro la barbarie nazista. Questo romanzo è la magnifica storia di questo gesto.
«La storia della creazione e dell’esecuzione di un capolavoro che è essa stessa un capolavoro».
Nelson Mail

«Un romanzo straordinario, una sinfonia sul potere dell’amore: l’amore per la musica, per la propria casa, per la famiglia, per la propria città; e l’amore di Sarah Quigley
per la scrittura. Ogni singola frase contiene tutti questi sentimenti, e al tempo stesso è caratterizzata da un’inattesa e toccante leggerezza d’essere. Un trionfo a ogni livello».
New Zealand Herald Canvas Magazine

«Il nuovo romanzo di Sarah Quigley si presenta sulla scena con tutta l’autorità e la sicurezza della sinfonia di Shostakovich, la cui stesura è al centro della narrazione. Lo stile dell’autrice è diretto, ma sottile… Il miglior romanzo degli ultimi anni».
North and South

«Nel suo romanzo, Sarah Quigley dimostra come le passioni possano spingere gli esseri umani a lottare oltre i propri limiti, per appagare i desideri del loro cuore».
New Zealand Bookseller blog

«Un ritratto vivido… Shostakovich resta un personaggio imponente, irascibile e brillante, ma a condurre la narrazione è la trasformazione di Eliasberg, spinto dalle necessità della guerra a dar voce alla sinfonia vittoriosa del grande compositore».
New Zealand Listener

«Standing Ovation… Uno straordinario ritratto di una città assediata e stremata, e un racconto potente di come la musica possa avere un impatto sugli eventi».
Sunday Star Times
Traduzione dall’inglese di Chiara Brovellii
Euro 17,00
300 pagine
EAN 9788854505902

Sarah Quigley è nata in Nuova Zelanda nel 1967.

Si è laureata in letteratura inglese al St. Hilda College di Oxford. Autrice di numerosi romanzi, è una delle voci più importanti della letteratura neozelandese contemporanea. Sinfonia Leningrado ha dominato le classifiche dei libri più venduti in Nuova Zelanda e si appresta ora a essere pubblicato in numerosi paesi.

Un giorno: Il libro È l’ultimo giorno di università, e per due ragazzi sta finendo un’epoca. Ormai si sentono adulti e indipendenti, hanno davanti a sé l’intera vita, da afferrare a piene mani. Emma e Dexter sono a letto insieme, nudi. Lui è alto, scuro di carnagione, bello, ricco. Lei ha i capelli rossi, fa di tutto per vestirsi male, adora le questioni di principio e i grandi ideali. Si sono appena laureati, il giorno successivo lasceranno l’università. Dopo una serata di grandi bevute sono finiti a baciarsi con passione, e poi tra le lenzuola. Ora sono lì, l’uno accanto all’altra, nell’alba di una vita nuova.

Quel giorno, il 15 luglio 1988, Dexter e Emma si dicono addio per la prima volta. Le loro strade si separano, lui è destinato a una vita di viaggi, divertimenti, ricchezza. Emma non ha soldi, ha bisogno al più presto di un lavoro, e sogna di cambiare il mondo. Emma si sposterà a Londra, farà la cameriera in un pessimo ristorante messicano e prenderà due decisioni importanti: diventare insegnante e andare a vivere con il suo ragazzo, Ian, un comico che non riesce a strappare una risata. Nel frattempo Dexter, grazie alla sue conoscenze e alle possibilità economiche, entra nell’industria della spettacolo. Presenta un programma televisivo di dubbio gusto, assieme a una donna con cui si trova a uscire fin troppo spesso. È diventato dipendente dalle droghe, dal sesso facile e dalle celebrità di terza categoria che frequentano il suo mondo. Ma ogni 15 luglio c’è un momento speciale per entrambi: dove sarà Emma, cosa farà Dexter? Per venti anni, in quel giorno, si terranno in contatto.

Nel corso di venti anni, ogni anno, per un giorno, saranno di nuovo assieme.
Il romanzo inglese dell’anno. Un bestseller europeo. Un trionfo critico, salutato da scrittori quali Nick Hornby e Jonathan Coe come un capolavoro al tempo stesso divertente e profondo.

Una commedia romantica, arguta e malinconica, capace di catturare l’energia sentimentale delle grandi passioni: i cuori spezzati, l’intricato corso delle storie d’amore e di amicizia, il coraggio, le delusioni e le speranze di chiunque abbia mai desiderato una persona che non può avere.

«È difficile trovare un romanzo capace di affrontare il passato recente con tanta autorevolezza, ed è ancora più raro incontrarne uno in cui i due personaggi principali siano raccontati con una solidità, con una dolorosa fedeltà alla vita che davvero quando chiudiamo il libro abbiamo la sensazione di conoscerli quanto i nostri amici più cari. È impossibile non ammettere il talento straordinario dello scrittore che ha creato tutto questo».
Jonathan Coe

«Uno splendido libro: divertente, acuto, saggio, compassionevole e, a volte, incredibilmente triste…

il miglior romanzo sociale inglese dai tempi di La famiglia Winshaw di Jonathan Coe… l’arguta prosa di Nicholls ha una trasparenza che ricorda Nick Hornby».
The Times

«Intelligente e profondo, coinvolgente e irresistibile, un ritratto brillante degli ultimi anni della nostra vita».
Nick Hornby

«Con una strizzata d’occhio a Harry ti presento Sally, il romanzo di David Nicholls, divertente ed emotivamente trascinante, è il libro perfetto da mettervi in valigia».
Daily Mail

David Nicholls ha studiato da attore prima di dedicarsi alla scrittura. Autore televisivo, ha lavorato con la BBC realizzando adattamenti shakespeariani e numerose serie di successo, ottenendo due nomination per i BAFTA Awards. Il suo primo romanzo, Starter For Ten (2004), è diventato un film, Il quiz dell’amore, e il secondo, The Understudy, è in attesa di trasposizione cinematografica. Un giorno, uscito nel giugno 2009 in Gran Bretagna, ha ricevuto uno straordinario successo di critica ed è stato per dieci settimane nella classifica dei bestseller, diventando un film (in autunno nelle sale italiane) con Anne Hathaway e Jim Sturgess. Venduto in tutto il mondo, è tutt’ora un clamoroso successo in Germania, il primo paese che lo ha pubblicato dopo la Gran Bretagna, negli Stati Uniti e in Italia dove ha venduto più di 150.000 copie. A marzo 2011 è uscito nelle edizioni Beat Le domande di Brian, Il sostituto è uscito il 23 maggio 2012

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche