×

David Sassoli, dieci anni fa ha sconfitto il cancro, David Carretta tuona: “Se Dio c’è, che non vi perdoni”

I no vax hanno provato a speculare sulla morte di David Sassoli, ma un giornalista fa luce sula vicenda: "Aveva subito un trapianto di midollo"

David Sassoli

La notizia della morte di David Sassoli ha lasciato un vuoto profondo nella politica europea ed un dolore in noi cittadini italiani. C’è però chi è stato insensibile a tale avvenimento, cercando di speculare sulla perdita del compianto Sassoli per far prevalere le proprie teorie.

Si parla in questo caso dei no vax.

La morte di David Sassoli non ferma i no vax

I no vax sono ormai inarrestabili e nemmeno davanti alla morte si sono fermati. Alcuni di loro hanno sostenuto che Sassoli sia morto a causa degli effetti collaterali del vaccino e che fosse sano come un pesce. Altri invece, sempre convinti di tale teoria, hanno addirittura esultato per la morte del defunto Presidente del Parlamento europeo.

David Sassoli aveva subito anche un trapianto di midollo

I no vax però sono stati smentiti immediatamente, in quanto, sebbene fosse già noto, è stato ribadito che David Sassoli dieci anni fa ha combattuto contro un tumore a causa del quale ha dovuto subire anche un trapianto di midollo. Il giornalista David Carretta non ha preso bene le supposizioni assurde dei no vax ed ha twittato tutto il suo disappunto nei loro confronti in questo modo: “Un’informazione per i miserabili no-vax che stanno speculando sulla scomparsa di David Sassoli.

Sassoli dieci anni fa aveva subito un trapianto di midollo a seguito di un mieloma, tumore delle plasmacellule. Che un dio, se c’è, non vi perdoni“.

La malattia di cui soffriva David Sassoli e il batterio che ha causato la sua morte

La lotta contro il cancro ha indotto in David Sassoli un’immunodeficienza secondaria, per cui qualsiasi malattia sarebbe potuta essere letale. Nel caso di Sassoli, la Legionella gli è stata fatale.

L’ex Presidente aveva contratto questo batterio per la prima volta nel settembre del 2021, dichiarando pubblicamente di aver sviluppato il sintomi più grave: la polmonite. Purtroppo però, nonostante la guarigione, Sassoli ha subito una ricaduta della Legionella che, come ormai sappiamo, gli è costata la vita.

Contents.media
Ultima ora