×

Decreto svuota carceri, no custodia cautelare in carcere per stalking

Condividi su Facebook

Il Senato ha apportato modifiche al decreto legge “svuota carceri”: l’emendamento proposto dal gruppo “Grandi Autonomie e Libertà” è stato approvato a Palazzo Madama. Il testo prevede il divieto di custodia cautelare in carcere per il reato di stalking, falsa testimonianza e finanziamento illecito dei partiti. Il Pdl e il Pd hanno richiesto invece la reintroduzione dell’arresto per lo stalking. Il tetto massimo affinchè scatti l’obbligo del carcere è stato innalzato a cinque anni.

Sono stati così “salvati” dalla custodia cautelare in carcere anche i reati di contraffazione, favoreggiamento, vendita di marchi contraffatti e loro introduzione nello Stato. Per questi reati la pena massima è di 4 anni, mentre il tetto per la custodia cautelare è ora di cinque anni. I decreto dovrà essere presentato nel’aula di Montecitorio per mercoledì prossimo.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche