×

Deejay morta: Procura Patti, 'Gioele da vivo non ha subito alcuna aggressione di animali'

default featured image 3 1200x900 768x576

Palermo, 29 lug. (Adnkronos) – Il piccolo Gioele Mondello, il bambino trovato senza vita lo scorso agosto nei boschi di Caronia, giorni dopo il ritrovamento della madre, Viviana Parisi, non è stato morso da animali selvatici mentre era ancora in vita. E' quanto emerge dalle consulenze tecniche della Procura, depositate nella richiesta di archiviazione.

"Gli accertamenti sui reperti biologici di origine animale e di tipo veterinario-forense hanno permesso di rilevare, in primo luogo, come Gioele non abbia subito, mentre era ancora in vita, alcuna aggressione da parte di animale (canidi, suidi o altro tipo ancora) – spiega il Procuratore di Patti – E’ stato invece accertato come la specie animale “Vulpes vulpes” abbia svolto un ruolo di necrofago, abbia cioè consumato il corpo di Gioele, ma soltanto dopo la sua morte".

"Gli accertamenti di genetica umana e di carattere veterinario hanno consentito di rilevare come gli indumenti indossati da Gioele al momento dei fatti (sandali; pantaloncino; slip; frammento di maglietta) non recassero tracce di sangue – dice – Tutto ciò conferma come Gioele non possa essere stato oggetto di un’aggressione in vita da parte di cani o altri animali selvatici, dal momento che un’aggressione di tal tipo avrebbe prodotto, proprio a causa delle ferite inferte, un imponente perdita di sangue con conseguente “dilavamento” di tutti gli indumenti indossati".

Contents.media
Ultima ora