×

Deep Web – il lato oscuro della rete

default featured image 3 1200x900 768x576
deepweb

Corriere.it pubblica un video e un articolo su una zona di internet poco nota ai più. Si chiama Deep Web ed è il lato oscuro della rete perché non è indicizzato dai motori di ricerca. Per accedervi è necessario un programma che permette di restare anonimi vagando in automatico da un indirizzo a un altro e non dando quindi punti di riferimento. I giornalisti dell’inchiesta del Corriere sono riusciti a entrare nella cosiddetta ‘Silk Road’, dove tutto è possibile e la morale è solo un ricordo abbandonato nell’ombra del lato pulito della rete.

Si può comprare di tutto con i bitcoins, ovvero la moneta virtuale, documenti falsi, droga, armi, purtroppo anche foto pedopornografiche e anche un killer all’occorrenza. Occhio però che i bitcoins vanno puliti prima di usarli, altrimenti c’è la leggenda che si finisca facilmente in prigione.

Contents.media
Ultima ora