Democratici contro tutti - Notizie.it
Democratici contro tutti
Cronaca

Democratici contro tutti

nullSe il sindaco Federico Berruti credeva che fosse la campagna elettorale il momento più duro si è già ricreduto. Neppure 48 ore dalla riconferma e il suo telefonino non smette di trillare per telefonate e messaggini che segretari, candidati rieletti, assessori uscenti, trombati e tanti addetti ai lavori gli fanno per avere rassicurazioni, ricordare la loro esistenza, autocandidarsi o comunque sondare il terreno. E chi non lo fa direttamente sonda chi gli è vicino per mandare avanti il discorso e “passare la parola”. Un’esplosione di contatti che il sindaco gestisce contando le ore che mancano alla nomina della nuova giunta che metterà fine a tutto questo. Il problema è che per arrivarci (si è dato 2-3 settimane) c’è da risolvere un’equazione che neppure Einstein prenderebbe sottogamba: ci sono 10 poltrone da assegnare (9 assessorati e la presidenza del consiglio) e 7 partiti famelici che le pretendono ciascuno sentendosi, più o meno fondatamente, il più importante.

A cominciare dal Pd, che fondamentale lo è davvero (il suo 27% vale 10 consiglieri su 19 o 20 totali della maggioranza, il numero esatto si saprà solo quando il calcolo dei “resti” sarà ufficiale), e di poltrone ne pretende ben 4 e di peso. Proprio partendo dal Pd il problema è non tanto per i nomi dei suoi 4 assessori in pectore – sono facili: Franco Lirosi , Isabella Sorgini , Paolo Alpicella e Luca Martino – quanto per le deleghe e soprattutto per il desiderio di avere la quinta poltrona che metterebbe a posto la proporzione del consiglio (metà dei seggi, metà dei ruoli): la presidenza del consiglio o il vicesindaco.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Xiaomi Watch Xiaomi Huami Amazfit Bip Smartwatch White Cloud
81 €
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora