×

Denis Bergamini, causa della morte: le novità e le ultime notizie a Chi l’ha visto

Anche se avvenuta più di trent'anni fa, la morte di Denis Bergamini è ancora un argomento attuale, a causa del clima di omertà che circonda l'omicidio

Ultime novità omicidio Denis Bergamini

Nonostante i tre decenni che sono passati dall’assassinio del calciatore Denis Bergamini, la sua morte viene ancora analizzata da molti programmi di cronaca nera, per via dei molti dubbi e delle molte incogruenze che circondano la morte del noto sportivo.

Denis Bergamini: l’omicidio

Denis Bergamini si trovava in Calabria nel periodo della sua morte, per giocare con il Cosenza Calcio. Il giorno del suo assassinio, il 18 novembre del 1989, egli si trovava in ritiro, che abbandonò per andare a prendere Raffaella Internò, la sua ex ragazza che però non aveva nessuna voglia di lasciarlo andare e mostrava dei comportamenti persecutori nei confronti dell’ex fidanzato.

Il calciatore, almeno dai primi rilevamenti, sembrava essersi ucciso buttandosi sotto ad un camion sulla statale 106 jonica, sotto gli occhi impotenti della Internò.

Questa versione venne anche confermata dall’autista del camion e da uno dei primi carabinieri accorsi sul luogo dell’incidente. Ma non rispecchiava i risultati dell’autopsia sul corpo del calciatore, per cui un’unica gomma, di proposito, era passata sopra il corpo del ragazzo.

Denis Bergamini: le indagini

La famiglia del calciatore si convince fin da subito che egli sia stato ucciso: ma la giustizia è lenta, i depistaggi molti, e le intercettazioni su alcuni degli uomini vicini alla Internò non vennero mai eseguite per una serie di disguidi.

Il caso venne quindi etichettato come suicidio, e solo molti anni dopo, nel 2011, è stato riaperto come omicidio, grazie anche all’impegno costante della gemella del calciatore, Donata, e di un suo ex compagno di squadra, Carlo Petrini.

I nuovi rilevamenti provano come Bergamini non si sia ucciso, ma che sia stato assassinato dalla sua ex fidanzata, in concorso con altri uomini, che però non è stato possibile identificare.

Denis Bergamini: il nuovo processo

Il 15 maggio del 2015 viene inviato a Isabella Internò un avviso di garanzia per omicidio volontario, che viene però archiviato, senza alcun valido motivo, solo un anno dopo.

La svolta si ha nel 2017, quando il procuratore di Castrovillari, Eugenio Facciolla, riapre il caso e fa riesumare il corpo del calciatore. La nuova perizia prova che la morte di Bergamini è dovuta a soffocamento, provocato probabilmente da un sacchetto di plastica, e solo dopo il camion è passato sopra il corpo del calciatore.

Ma anche questa volta il caso si arena, il procuratore viene spostato in un altro tribunale e la verità è di nuovo sepolta sotto uno strato di dubbi e depistaggi. Il padre del calciatore muore nel 2020, senza conoscere ancora la verità sulla morte del figlio.

Denis Bergamini: le ultime novità a “Chi l’ha visto”

Federica Sciarelli, nella puntata di Chi l’ha visto” del 9 giugno, parla della morte del calciatore, che nonostante sia avvenuta più di trent’anni fa, rimane ancora avvolta da un alone di mistero, circondata da un muro di omertà che non si riesce ancora ad abbattere.

Contents.media
Ultima ora