×

Denise Pipitone, trovata un’auto bruciata: potrebbe essere quella del rapimento

Si torna a parlare dello strano incidente avvenuto poco dopo la sparizione di Denise Pipitone: alla guida dell'auto c'era una donna bionda.

Denise Pipitone incidente

Sono in corso degli accertamenti su un’auto bruciata e abbandonata da anni a pochi metri da uno dei luoghi simbolo della scomparsa della bambina di Mazara Del Vallo. Anche se non si sa ancora se si tratti della macchina effettivamente usata per rapire la bimba, pare ci sia una certa compatibilità con quella descritta dal testimone della lettera anonima indirizzata all’avvocato Giacomo Frazzitta.

Secondo quanto raccontato dall’anonimo, infatti, la bambina sarebbe stata rapita con un’auto blu metallizzata.

auto bruciata

Denise Pipitone: il mistero dell’incidente

Perché la vettura non si è fermata? Dove andava così di fretta? Chi c’era alla guida? Sono solo alcune delle domande a cui gli inquirenti stanno cercando risposte da diciassette anni.

L’unica cosa certa è che tutto è avvenuto a poca distanza dalla casa in cui viveva Denise poco dopo la sua effettiva scomparsa.

Il carrozziere, intervistato ai microfoni di Storie Italiane, ha riferito che stava lavorando quando all’improvviso ha un odore di bruciato. Si è dunque girato e ha visto una macchina che era andata a sbattere sul marciapiede, in particolare un’auto blu metallizzata guidata da una donna. Quest i dettagli forniti sul mezzo: “Era una vettura a tre porte e con cruscotto chiaro che andava fin troppo veloce per le strade cittadine”.

Nel percorrere via Mongiolisi, all’incrocio di via della Pace, ha poi urtato contro un muretto ma la donna alla guida, “bionda con una sfumatue rosse nei capelli“, non si è fermata e ha continuato a sfrecciare. Un particolare di non poca importanza dato che all’epoca Anna Corona avrebbe avuto i capelli di un colore simile. Quanto all’orario, ha spiegato che era intorno a mezzogiorno/mezzogiorno e un quarto.

Denise Pipitone, il mistero dell’incidente: donna bionda alla guida

Anche Nicola Pipitone, pescatore di 48 anni ascoltato come testimone dal tribunale di Marsala, aveva fornito un racconto analogo. L’uomo si trovava infatti presso l’officina del carrozziere, Andrea Gitto, e ha riferito di aver visto la stessa scena: “Era una donna bionda che non sarei più in grado di riconoscere al volante dell’auto Ford Fiesta grigia che l’1 settembre 2004 vidi passare a gran velocità sbandando nello svoltare verso una strada sterrata che si collega con via Salemi, mentre ero davanti l’officina di Andrea Gitto che stavo aiutando a riparare la mia auto“.

Denise Pipitone, il mistero dell’incidente: “Non ho visto se c’era una bambina”

Il carrozziere ha aggiunto di non aver fatto caso alla presenza di una bambina a bordo perché della sparizione di Denise si è saputo in seguito. Secondo lui inoltre l’auto dell’incidente sembrava nuova, come fosse stata presa da un autonoleggio tanto che non fu poi più vista a Mazara del Vallo.

Contents.media
Ultima ora