×

Denise Pipitone, l’avvocato di Giuseppe Della Chiave: “Non ha niente da temere, è molto tranquillo”

L'avvocato di Giuseppe Della Chiave, Walter Marino, ha spiegato che il suo assistito è molto tranquillo e che non ha nulla da temere.

Denise Pipitone

Walter Marino, avvocato di Giuseppe Della Chiave, ha spiegato a Mattino Cinque che il suo assistito è molto tranquillo, perché non ha nulla da temere. Ha smentito nuovamente che l’uomo sia indagato per la scomparsa di Denise Pipitone

Denise Pipitone: Giuseppe Della Chiave non è indagato

Walter Marino è l’avvocato di Giuseppe Della Chiave, l’uomo che secondo il testimone Battista Della Chiave avrebbe avuto un ruolo nel rapimento di Denise Pipitone. Il legale ha rilasciato un’intervista in esclusiva a Mattino Cinque, parlando del suo assistito. Marino ha spiegato che Della Chiave non è indagato e che questa è stata solo un’indiscrezione della stampa. Ha raccontato che il suo assistito è rimasto molto male per aver ricevuto questa notizia dai media e non dal suo avvocato, ma in ogni caso al momento non sarebbe ancora indagato realmente. 

Denise Pipitone: le parole dell’avvocato

Il signor Della Chiave è molto tranquillo. Non si preoccupa di essere eventualmente indagato da parte della Procura della repubblica di Marsala, perché come tutte quelle persone che non hanno niente da temere è sicuro che il procedimento sarà archiviato come è già stato archiviato la prima volta” ha dichiarato Walter Marino, avvocato di Giuseppe Della Chiave. L’uomo era stato nominato dallo zio Battista Della Chiave, testimone deceduto che aveva dichiarato che di aver visto il nipote con in braccio la piccola Denise Pipitone.

La sua testimonianza raccontava diversi dettagli del rapimento della bambina.

Denise Pipitone: l’alibi di Giuseppe Della Chiave

Mattino Cinque ha ricostruito anche l’alibi dell’uomo, che ha sempre dichiarato che l’1 settembre 2004, giorno della scomparsa di Denise Pipitone, non si trovava nel magazzino di cui parlava lo zio. Giuseppe Della Chiave aveva dichiarato di trovarsi in un ristorante della zona, vicino al lungomare di Mazara del Vallo. La trasmissione televisiva, però, ha anche riportato che il giorno della scomparsa di Denise era un mercoledì ed era il giorno di chiusura del locale. Questo dettaglio potrebbe smentire il suo alibi e rafforzare il racconto di Battista Della Chiave, che ha dichiarato che il nipote si trovava nel magazzino e che aveva in braccio la piccola Denise Pipitone, che poi sarebbe stata portata via con uno scooter, in seguito gettato in acqua. I dettagli di questa triste storia sono ancora misteriosi. 

Contents.media
Ultima ora