×

Denise Pipitone, procedimento disciplinare contro Frazzitta: “I magistrati fanno schifo”

I pm hanno chiesto un procedimento disciplinare per insulti conbtro i magistrati da parte di Frazzitta, avvocato della famigli di Denise Pipitone.

denise pipitone frazzitta

L’Associazione nazionale dei magistrati avrebbe richiesto un procedimento disciplinare per Giacomo Frazzitta, avvocato della famiglia di Denise Pipitone, reo di aver pronunciatio parole riprovevoli contri i magistrati al telefono.

Denise Pipitone, procedimento disciplinare per l’avv. Frazzitta?

L’ANM (Associazione Nazionale dei Magistrati) avrebbe richiesto all’Ordine degli avvocati di Marsala di valutare un procedimenti disciplinare per Giacomo Frazzitta, l‘avvocato della famiglia di Denise Pipitone che avrebbe calunniato per telefono i giudici.

Ora il presidente degli avvocati di Marsala dovrà  trasmettere l’esposto all’ordine di  Caltanissetta. Saranno quindi i legali nisseni, a fare l’istruttoria, chiedendo anche alla Procura la trasmissione degli atti.

Denise Pipitone, intercettato l’avvocato Frazzitta

Sono puerili. Perché i magistrati fanno schifo cara signora. I magistrati fanno schifo in Italia lo dobbiamo dire e sta succedendo anche nel caso Denise. Se ne stanno andando a indagare la collega.

Quale è l’urgenza?“.

Queste sarebbero le testuali parole rivolte alla teste durante un colloquio telefonico da parte dell’avvocato Frazzitta.

le parole del legale ora sono finite come prova nella richiesta di archiviazione dell’indagine sulla scomparsa di Denise aperta a Marsala dai pm, dove compariva anche Anna Corona, ex moglie del padre naturale della piccola Denise e una coppia romani che avevano raccontato dettagli utili per le indagini.

 ln seguito però la coppia venne smascherata e confessarono di aver dato rilasciato falsa testimonianza, dopo una serie di accertamenti.  I pm a quel punto convocarono Allegrini, la donna che chiamò spaventata Frazzitta.

Denise Pipitone, le accuse all’avvocato Frazzitta

L’avvocato anziché assumere un atteggiamento neutro e di prudenziale attesa, non potendo essere a conoscenza della falsità delle dichiarazioni della donna reagiva con rabbia esprimendo giudizi pesanti sui magistrati.  Questa è la prima ricostruzione fornita dai pm in sede di accusa all’avvocato Frazzitta.

Come abbiamo già scritto, Allegrini, la teste, spaventata e capendo di esser stata scoperta dalla Procura, in seguito alla richiesta di presenziare in tribunale, la donna chiamò Frazzitta.

E aderendo criticamente alle ragioni della donna tra le quali quella di non volersi presentare a Marsala perché la cosa avrebbe potuto compromettere una vacanza. Frazzitta la invitava ad addurre fantomatiche urgenze di lavoro“.

Così riportano i pm, che aggiungono un pezzo dell’intercettazione telefonica: “Lei la cosa della vacanza non ce la deve dire, per favore, non gliela dica la prego, ascolti quello che le dice un fratello. Lei deve dire che avete impegni importanti”.

E ancora: “Hanno un’arroganza che sono capaci di arrestarmi, loro sono i padroni del mondo.

Contents.media
Ultima ora