Deniz Naki, spari in autostrada in Germania contro il calciatore
Deniz Naki, spari in autostrada contro il calciatore
Esteri

Deniz Naki, spari in autostrada contro il calciatore

Deniz Naki

Grande paura per il calciatore Deniz Naki, che è uscito illeso da un attentato di cui è stato vittima in Germania.

Il calciatore turco-tedesco, Deniz Naki, la scorsa notte è riuscito a sfuggire ad un attentato che era indirizzato nei suoi confronti. Grande paura dunque per il giocatore, che mentre stava viaggiando in autostrada è stato poi affiancato da un’altra auto, dalla quale successivamente è stato aperto il fuoco. Due proiettili hanno raggiunto e colpito la vettura del calciatore, che però è uscito illeso da questo attacco. La vicenda si è svolta in Germania. L’ipotesi più probabile è che dietro a questo attentato si nascondano motivi politici. Naki, infatti, più volte si è espresso pubblicamente contro il regime di Erdogan.

Attentato a Deniz Naki

Deniz Naki, calciatore di nazionalità turco-tedesca, è riuscito a sfuggire ad un attentato che si è verificato nei suoi confronti in Germania. Enorme paura per Naki, che mentre stava viaggiando in autostrada è stato affiancato da una altra auto, dalla quale poi è stato aperto il fuoco. La vettura del calciatore è stata raggiunta e colpita da due proiettile, ma l’uomo comunque è riuscito ad uscire illeso da questo attentato di cui è stato vittima.

Naki attualmente gioca nella squadra curda Amed SK e in passato più volte si è espresso contro il Presidente turco Erdogan. Per questo motivo, il calciatore viene considerato da molti turchi come un nemico dello Stato.

Nel frattempo, il calciatore, uscito illeso dall’attentato, ha raccontato alla Welt quei tremendi attimi. Naki infatti ha spiegato di essersi istintivamente spostato sulla corsia di destra con l’auto non appena ha sentito gli spari. L’uomo ha rivelato di aver avuto paura di morire. Il calciatore in passato ha militato in alcune squadre tedesche come St. Pauli e Paderborn, è nato in Germania a Dueren e attualmente milita nell’Amed Sk. Dopo aver subito l’attentato, è riuscito a chiamare la polizia e a sporgere denuncia.

Le ipotesi

Secondo quanto è stato raccolto fino a questo momento, l’ipotesi principale è che si sia trattato di un attentato di tipo politico. Una ipotesi paventata dallo stesso calciatore, che, come detto in precedenza, in più di una occasione si è espresso pubblicamente contro il regime del presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

Lo scorso aprile del 2017, Naki è stato condannato da un giudice turco a diciotto mesi con la condizionale per la propaganda filocurda a favore del Pkk. Secondo quanto rivelato dalla Welt, questa condanna ha totalmente cambiato la vita di Naki. Gli amici di infanzia, infatti, hanno preso le distanze da lui, che da quel momento inoltre ha ricevuto anche numerose minacce di morte.

Non è ancora del tutto chiaro quali siano state le cause che hanno portato a questo attentato, anche se la pista che in questo momento sembra essere più probabile è quella di un tentato omicidio per motivi strettamente politici. Naki, infatti, che si trovava in Germania per fare visita alla famiglia e sarebbe dovuto rientrare in Turchia nei prossimi giorni, viene infatti considerato come un nemico dello Stato da molti turchi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Emozione 3 Meraviglie D'Italia
89.9 €
Compra ora
Apple iPhone X Ten 10 64GB Space Grey - Grigio siderale
895 €
Compra ora
Myprotein Active Women Vegan Blend™ - 1kg - Sacchetto - Mela Caramellata
19.77 €
Compra ora
Ariete 176 Estrattore di succo 400W Rosso, Bianco
99.9 €
Compra ora