Denti bianchi: quali prodotti scegliere? | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Denti bianchi: quali prodotti scegliere?
Lifestyle

Denti bianchi: quali prodotti scegliere?

E’ bello sorridere mostrando denti curati e bianchi. Purtroppo, però, i denti risentono di una serie di comportamenti sbagliati e reiterati nel tempo: scarsa igiene, fumo, alimentazione scorretta. Per questo molte persone si rivolgono al dentista per avere consigli circa il trattamento sbiancante più giusto e adatto alle proprie esigenze.

Se il problema non è grave, cioè i denti non sono molto ingialliti o macchiati, si può anche ricorrere al fai da te, ovvero ai prodotti sbiancanti disponibili nei supermercati. Anche i dentifrici sbiancanti sono abbastanza efficaci: in genere sono a base di bicarbonato di sodio e contengono granuli di silicio. Sono adatti, in particolare, per eliminare macchie superficiali provocate da nicotina e caffè.

E’ importante però non esagerare con l’uso del dentifricio sbiancante, perché utilizzato in maniera prolungata può risultare leggermente abrasivo dello smalto dentale. Sono ottime anche le strisce adesive, soprattutto se lo smalto è ingiallito. Si applicano due volte al giorno, ed il trattamento dura due settimane.

Attenzione però a non sensibilizzare troppo le gengive, per evitare problemi è meglio utilizzare il gel da spalmare con un pennellino.

Le strisce contengono perossido di idrogeno, ma in genere non assicurano un effetto duraturo: i risultati sono evidenti, ma limitati nel tempo. Se poi si tratta di un ingiallimento più grave e persistente, allora sarà il dentista a decidere il trattamento più indicato. Si può optare, a seconda dei casi, per le mascherine, da applicare durante la notte, per circa due settimane, o il laser.

Il risultato, in questo ultimo caso, è molto rapido e bastano due sedute per risolvere il problema. La mascherina è di sicuro il metodo che assicura risultati più lunghi nel tempo, mentre il laser può durare anche fino a tre anni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche