×

Il “dentista sociale” che fa pagare le operazioni in base al reddito dei pazienti

Un dentista ha avuto un'idea formidabile per permettere a tutti di curarsi senza andare nei Paesi dell'Est. Diffondiamo la notizia!

default featured image 3 1200x900 768x576

Molti anni fa, quando l’igiene ancora non esisteva, le cure ortodontiche rientravano nel mero ambito estetico. Oggi, grazie a diversi studi, possiamo affermare che invece sono molto importanti per la salute umana. La presenza di carie e tartaro, infatti, può portare a numerose malattie per l’organismo, non necessariamente legate alla sfera dentale.

Per chi non lo sapesse: favoriscono il transito di batteri e impurità nell’organismo potenzialmente in grado di dare origine a scompensi cardiaci e di aumentare su base statistica la possibilità di cadere vittima di un infarto.

dentista sociale

Il metodo del dentista sociale

D’altra parte, però, le cure dentistiche sono anche molto costose, quindi al centro di diatribe sanitarie finalizzate alla loro inclusione (o esclusione) nel novero dei servizi erogati gratuitamente dalla Sanità pubblica, senza che la questione si risolva mai davvero. Molti pazienti, intanto, stanno abbandonando i medici italiani per recarsi verso l’Europa dell’Est dove i soldi si paga molto di meno e, viaggio compreso, si risparmiano moltissimi soldi.

In attesa di una legislazione univoca volta a garantire l’accesso alle cure dentali a chiunque, il dentista genovese Nicolas Dessypris, ha deciso di anticipare i tempi a sue spese. Egli infatti offre cure gratis (o quasi), a tutti i soggetti indigenti che non potrebbero pagare una tariffa piena e che sono stufi di provare dolore ai denti o di non riuscire a masticare il cibo come dovrebbero.

Egli si autodefinisce un “dentista sociale“. Vi state chiedendo come funziona il suo metodo? Nicolas offre un preventivo personalizzato ad ogni suo cliente. Esso non si basa sulla tipologia di intervento che il paziente deve affrontare (come impone la tradizione), ma sul reddito dei suoi pazienti, favorendo l’accesso al suo studio anche a coloro che, di norma, non si sarebbero neanche azzardati a suonare il campanello del suo studio dentistico.

Per tutti i soggetti che hanno un reddito inferiore ai 20 mila euro annui, parte con uno sconto del 10%. Applica poi uno schema inversamente proporzionale alle sue tariffe. Questo schema contempla, quindi, per esempio, ulteriori sconti del 50% per tutti coloro che dispongono di un reddito annuo più basso di 5 mila euro.

nicolas dessypris studio

L’esempio di Nicolas

Il sogno di Nicolas, paladino dei più deboli, è quello di diventare un esempio anche per tutti i suoi colleghi. Infatti, data la quantità di soldi annua che guadagnano, spesso superiore alla media di molti altri lavori, Nicolas chiede anche di fare un passo indietro, verso l’umiltà, e di lavorare per passione, non solo per soldi. Quello a cui vuole arrivare, inoltre, è a riaprire il dibattito nel nostro Paese sulla necessità di garantire davvero a tutti le cure ortodontiche, in quanto sono importanti per la salute come tutte le altre. Cercando di evitare, in questo modo, anche tutti i viaggi sofferenti e lunghi verso i Paesi dell’Est o verso la terra della burocrazia.

Come vi sembra l’iniziativa di questo dentista? A noi sembra formidabile! Speriamo che le sue idee possano diffondersi molto velocemente in tutta l’Italia in modo da portare tutti ad adottare questo metodo e ad andare incontro a tutte le famiglie bisognose di cure dentistiche.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora