×

Denuncia per la morte di Domenico Biscardi: la firma la senatrice Granato

Messa nero su bianco la tesi del "decesso anomalo" con una denuncia per la morte del leader No Vax Domenico Biscardi: la firma è della senatrice Granato

Domenico Biscardi

C’è una denuncia presentata ai carabinieri di Roma per la morte di Domenico Biscardi, a firmarla firma la senatrice Bianca Laura Granato: l’ex parlamentare dei Cinquestelle espulsa nel 2021 da Vito Crimi ed oggi accasata nel gruppo misto chiede “chiarezza e la punizione dei colpevoli”.

E perciò nella giornata del 14 gennaio la Granato è arrivata alla stazione Carabinieri di piazza Farnese a Roma ed ha consegnato ai verbalizzanti due fogli dattiloscritti ed una chiavetta usb  con gli allegati, riservandosi anche la “costituzione di parte civile” per il riconoscimento del danno, un azzardo procedurale molto scenografico ma tecnicamente irrealizzabile in procedura. 

La “granata della Granato”: denuncia penale per la “morte anomala” di Domenico Biscardi

La Granato vuole la punizione dei “colpevoli” della scomparsa del leader No Vax Domenico Biscardi, morto a 50 anni per un malore nel suo appartamento di San Nicola la Strada, in provincia di Caserta. Per la Granato quello del dottore in farmacia ed ex titolare di un pub è stato un “decesso anomalo”

Chi era Domenico Biscardi, quello per la cui morte “misteriosa” è stata presentata una denuncia

Biscardi aveva una sua teoria sul Covid (oggi ce l’hanno praticamente tutti) ed era un fautore della pericolosità dei vaccini, che per lui conterrebbero grafene e microtrasmettitori.

Neanche a dirlo, la morte di Biscardi aveva scatenato i complottisti, fra i quali era spuntato anche qualcuno che aveva spiegato come il “pericoloso” Biscardi, una vera spina nel fianco dello Stato e di Big Pharma, fosse stato eliminato “con un drone”. Granato si era accodata ed ha esposto le sue, di teorie: “Quindi tutti coloro che si oppongono a questi farmaci e che parlano con un minimo di cognizione di causa.

Cioè lui ha dichiarato pubblicamente che aveva trovato degli elementi probatori, che aveva tutte le carte in mano e che era pronto a fare una denuncia alla Corte Europea”. 

“Ancora si crede a questa coincidenze? Io no”: la denuncia della senatrice per la morte di Domenico Biscardi

E poi, con logica ferrea: “Adesso, guarda combinazione, giovanissimo, lo trovano morto in casa. Qualcuno crede ancora a queste coincidenze? Io francamente no, non ci credo proprio più”. E ancora: “Chiedo la punizione dei colpevoli, considerato quanto da me esposto nella denuncia querela allegata, per tutti quei reati ravvisabili dall’autorità giudiziaria, richiedendo sin d’ora di essere informato in caso di archiviazione dell’instaurando procedimento penale”. Ecco, giusto per chiosare e continuare ad amare la democrazia ma facendosi forza sulle sue “code”, come si fa con un figlio impossibile da non amare: fra meno di dieci giorni Bianca Laura Granato sarà fra coloro che sceglieranno chi sarà il prossimo Capo dello Stato.

Contents.media
Ultima ora