×

Detenuto morto si sveglia sul tavolo dell’autopsia: la storia di Gonzalo Montoya Jimenez

Un detenuto trovato morto in cella si è svegliato sul tavolo dell'autopsia, in obitorio. La storia di Gonzalo Montoya Jimenez.

Obitorio

Un detenuto trovato morto in cella si è svegliato sul tavolo dell’autopsia, in obitorio. La storia di Gonzalo Montoya Jimenez arriva dalla Spagna, a Oviedo. Il detenuto era stato dichiarato morto, ma si è risvegliato.

  • LEGGI ANCHE: Viene dichiarato morto, ma si sveglia poco prima dell’espianto degli organi

Morto si sveglia in obitorio: la storia di Gonzalo Montoya Jimenez

La storia di Gonzalo Montoya Jimenez ha colpito tutto il mondo. Si tratta di un detenuto spagnolo, che era stato dichiarato morto e portato fuori dalla prigione per effettuare un’autopsia e capire le cause della sua morte. Fin qui nulla di così strano. Lo choc è arrivato pochi attimi prima dell’autopsia, quando è successo qualcosa di davvero incredibile. Il patologo ha messo il corpo del detenuto sul tavolo per l’autopsia, poi si è reso conto che qualcosa di strano stava accadendo.

Quello che aveva davanti non era un corpo senza vita, per cui ha immediatamente segnalato l’errore. Qualcuno ha sbagliato a dichiarare la morte dell’uomo, che in realtà era vivo.

Morto si sveglia in obitorio: aperta un’inchiesta

Gonzalo Montoya Jimenez, detenuto dichiarato morto, dopo qualche attimo sarebbe stato sottoposto ad un’autopsia. Fortunatamente il patologo ha capito immediatamente che c’era qualcosa che non andava. Su questo caso è stata aperta un’inchiesta dalle autorità del carcere delle Asturie, nei pressi di Villabona, per cercare di capire come è potuto accadere un simile errore.

Il detenuto era stato trovato in stato di incoscienza su una sedia nella sua cella, così era stato messo in un sacco e portato all’Istituto di medicina legale di Oviedo per un’autopsia. I responsabili del carcere aveva già informato i parenti dell’uomo di quanto accaduto, ma in realtà il detenuto si era solo sentito male.

Morto si sveglia in obitorio: il detenuto si era sentito male

Gonzalo Montoya Jimenez si sarebbe sentito male il giorno prima della sua presunta morte.

Dopo la dichiarazione del decesso i familiari sono subito stati avvertiti, come confermato da un portavoce del servizio penitenziario spagnolo, in base ai protocolli carcerari. Il portavoce ha spiegato che sono stati due medici del penitenziario a dichiarare la morte del detenuto, che poi è stata confermata da un medico legale mandato dal tribunale. Un errore davvero molto particolare, soprattutto tenendo conto che ben tre medici ne hanno constatato il decesso. Impossibile non pensare che l’uomo sia realmente morto per poi risvegliarsi proprio sul tavolo dell’autopsia.

Contents.media
Ultima ora