Deutche Bank e 'Mutuo Pratico': ampia gamma di prodotti tra cui scegliere, chiarezza e semplicità - Notizie.it
Deutche Bank e ‘Mutuo Pratico’: ampia gamma di prodotti tra cui scegliere, chiarezza e semplicità
Mutui e Prestiti

Deutche Bank e ‘Mutuo Pratico’: ampia gamma di prodotti tra cui scegliere, chiarezza e semplicità

deutche bank
Deutsche Bank punta sulla chiarezza e semplicità dei termini e sulla trasparenza con il suo ‘Mutuo Pratico’, che raggruppa le diverse tipologie di indicizzazione tra le quali i clienti possono scegliere, e punta sull’importanza della consulenza (gli appuntamenti possono essere fissati sia tramite una telefonata che tramite e-mail). Il Mutuo Pratico può essere finalizzato solo all’acquisto o ristrutturazione di un immobile finalizzato all’uso abitativo, sostituzione o surroga di un mutuo già esistente, e ristrutturazione più sostituzione di un mutuo. La gamma tra cui scegliere è molto ampia. Il mutuo a tasso variabile può essere indicizzato sia all’euribor che al tasso Bce, ma in quest’ultimo caso può essere richiesto per la sola ipotesi di acquisto, e molto interessante è la durata compresa tra i 5 anni e i 40 anni ( attualmente il tasso per l’acquisto è 2,7082%, se indicizzato all’Euribor e si alza un pò per le altre finalità,salendo sul 3% per la ristrutturazione, ed è 3,0749% se invece si opta per l’indicizzazione al tasso Bce). Il tasso fisso va da un minimo di 5 anni ad un masssimo di 30 e i tassi sono nella media dell’offerta di mercato attuale (5,3892%per l’acquisto, mentre è pari al 4,9550% per la sostituzione più ristrutturazione, più alto leggermente negli altri casi). Il variabile a rata costante è il classico mutuo a tasso variabile ma che beneficia di una rata che non cambia mai, mettendo al riparo da improvvise impennate dei prezzi, variando la durata, fino a un massimo di 30 anni se i tassi salgono, mentre la durata si riduce fino a un minimo di 18 mesi nel caso in cui i tassi si riducono (il tasso si alza leggermente rispetto al variabile puro, ma gli accessori costano e arriva a 2,7550%, che non è male rispetto al mercato, ma purtroppo è possibile richiederlo esclusivamente nel caso di acquisto, e sono escluse tutte le altre finalità). La Deutsche Bank in un momento in cui è difficile scegliere tra il tasso fisso o il tasso variabile data l’incertezza che caratterizza il periodo, propone il tasso misto (quindi alle scadenzze previste dal contratto si può passare dal tasso fisso al tasso variabile e viceversa, alle condizioni di mercato di quel momento), che può essere con cadenza a 5 anni o a 10 anni, ma in entrambi i casi la durata complessiva tra cui scegliere arriva fino ai 40 anni (i tassi variano a seconda che si parta con il fisso o con il variabile e in funzione della cadenza con la quale poter fare i cambiamenti, ma sono solo leggermente più alti rispetto al tasso fisso e al tasso variabile puro). Come spese ci sono quelle di istruttoria che vanno dai 500 euro ai 750 euro, e quelle di perizia, dai 216 euro ai 400 euro.

Il giudizio nel complesso è positivo, sia perchè offre un’ampia gamma tra cui poter scegliere, applica tassi e spese accessorie in linea con il mercato, non ha fatto sparire tra i prodotti i mutui di surroga, e non applica nessuna commissione di incasso rid.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*