×

Di Giacomo sui profughi ucraini: “Dalla Seconda guerra mondiale mai visto un flusso così”

Di Giacomo sui profughi ucraini e sulla portata di un esodo che, sia pur ridotto, non ha eguali in Europa dai tempi dell'ultimo conflitto mondiale

Dall'Ucraina sono fuggiti 3 milioni di rifugiati

In una intervista telefonica a Fanpage il portavoce per l’Italia dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni Flavio Di Giacomo fa il punto sulla crisi umanitaria dei profughi ucraini ed afferma tetro: “Dalla Seconda guerra mondiale mai visto un flusso così”.

E sarebbe davvero un flusso enorme: i dati forniti dalla Farnesina parlano di oltre 3 milioni di rifugiati fuggiti dall’Ucraina dal 24 febbraio, giorno dell’attacco militare di Mosca, di cui 50mila arrivati in Italia. In questa ultima settimana i flussi sono diminuiti ma il dato generale è spaventoso.

La triste analisi di Di Giacomo sui profughi ucraini

A ben vedere quello in atto dall’Ucraina è il più grande esodo di massa dalla Seconda guerra mondiale.

A rafforzare questa triste convinzione i dati forniti direttamente dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Secondo quelle stime il numero dei profughi toccherà i cinque milioni. E Di Giacomo, che lavora per un’agenzia in orbita Onu, ha detto: “Un flusso di persone in fuga da un conflitto di quest’intensità non si vedeva dalla Seconda Guerra Mondiale. In tre settimane sono partite 3 milioni di persone”.

L’ultima crisi europea fu quella fra Grecia e Turchia

E ancora: “Se consideriamo che la grande crisi migratoria europea degli ultimi anni era stata quella della Grecia e della Turchia del 2015, quando a spostarsi verso i Paesi Ue furono poco meno di un milione di persone in un anno”. Poi la chiosa: “Praticamente in tre settimane abbiamo registrato un movimento di tre volte superiore. Questo ci fa capire l’eccezionalità del momento e la gravità umanitaria di quello che sta accadendo a seguito di questa drammatica guerra”.

Contents.media
Ultima ora