Di Maio: internet gratis mezz’ora al giorno. Netflix replica
Cronaca

Di Maio: internet gratis mezz’ora al giorno. Netflix replica

Di Maio internet

Per incentivare la cittadinanza digitale Luigi Di Maio offre mezz'ora di internet gratis al giorno. La risposta ironica di Netflix e Calenda.

Il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro guarda al futuro. Luigi Di Maio ne è certo: la connessione al web è un diritto di ogni lavoratore. Ecco perché nel corso dell’Internet day alla Camera dei deputati ha fatto un annuncio che più che shock potrebbe essere classificato come scioccante. “Internet è un diritto primario” e quindi lavoreremo perché sia “gratis mezz’ora al giorno”, afferma il vicepremier pentastellato. Ovviamente non è mancata l’ilarità sui social. Persino Netflix è entrata nella discussione con un tweet ironico, elencando quante cose si possano vedere sulla sua piattaforma in streaming in solo mezz’ora di tempo. Pronta anche la replica dell’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, oggi esponente di spicco del Partito Democratico.

Di Maio e la cittadinanza digitale

In attesa di presentare il reddito di cittadinanza, il salario minimo, il decreto dignità e le nuove norme sui rider et similia, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico fa un nuovo annuncio.

Intervenendo al Internet day che si è svolto ieri presso la Camera dei deputati, Luigi Di Maio anticipa che ha in mente un nuovo provvedimento, che molti definiscono non tanto shock per l’economia italiana quanto scioccante.

E’ stata infatti più o meno questa la reazione di chi ha ascoltato il vicepremier pentastellato dire che lavorerà per rendere internet gratis, ma solo mezz’ora al giorno. “La connessione a internet è un diritto primario di ogni cittadino e il governo è al lavoro per garantire a questo diritto. – ha affermato il ministro Cinque Stelle – La rete è al centro di questo cambiamento e questo cambiamento non può più aspettare”.

Un cambiamento però che, seguendo il ragionamento di Di Maio, non può essere nemmeno così repentino. In sostanza, per il ministro dello Sviluppo economico al cittadino dovrebbe essere sufficiente poter usufruire di mezz’ora di internet al giorno per occuparsi delle cose più importanti. Ma l’obiettivo del leader del MoVimento Cinque Stelle è un altro.

Secondo Di Maio, infatti, mezz’ora di internet gratis al giorno sarebbe un grande incentivo alla cittadinanza digitale. Nonostante tali convinzioni, non sono mancate le reazioni ironiche.

Netflix risponde

Sui social infatti gli utenti si sono divertiti a prendere in giro la proposta di Luigi Di Maio. “Bella l’idea di mezz’ora di internet gratis al giorno per tutti; ricordo che c’è già l’accesso alle biblioteche illimitato gratis per tutti, ma non è che abbia fatto sto successone” sottolinea ironico il comico e presentatore televisivo Luca Bizzarri. Persino Netflix è entrata nella discussione, cinguettando su Twitter che “con 30 minuti di internet gratis puoi fare un sacco di cose: 3 episodi di Adventure Time, 1 episodio e mezzo di How I Met Your Mother, mezzo episodio di Orange Is The New Black”.

Anche la politica ha voluto dire la sua. L’ex presidente della Camera Laura Boldrini ha infatti scritto su Twitter: “Mezz’ora di internet gratis per tutti.

Ecco come Di Maio affronta i grandi temi della rete: infrastrutture, banda larga, 5G, alfabetizzazione digitale”, lanciando persino l’hashtag #sequestoèungoverno. A gamba tesa entra anche l’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda che su Facebook invece commenta: “Come affrontare la sfida digitale secondo Di Maio: ‘mezz’ora di internet gratis’ per tutti. Prossimo passo massaggi ai polpacci gratis per i rider”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail