×

Dieci pirati somali sotto processo ad Amburgo

Il 22 novembre si è aperto un processo molto singolare ad Amburgo: quello di dieci pirati somali, tra i 17 e i 48 anni, accusati del sequestro di una nave cargo tedesca, per il quale rischiano fino a quindici anni di prigione. Catturati nel Golfo di Aden lo scorso 5 aprile dalla marina olandese, sono stati estradati in Germania a giugno.
Si tratta del primo processo di pirateria che ha luogo ad Amburgo dal 1624!

Quello della pirateria è un problema sempre più in crescita per le acque al largo della costa del Corno d’Africa, nonostante i numerosi sforzi da parte della comunità internazionale per perlustrare il territorio.
Secondo l’Ufficio Marittimo Internazionale, circa 23 navi sono oggi in mano a pirati somali.
Gli avvocati della difesa puntano a presentare le azioni di pirateria come conseguenza delle agitazioni politiche della Somalia, e dell’eccessiva pesca che le nazioni occidentali effettuano nelle sue acque.
Alcuni sospetti pirati erano già stati catturati nella zona, e processati in Kenya, ma le autorità non erano riuscite a gestire i casi, troppo numerosi.

Oggi gli accusati vengono processati nel paese in cui è registrata la nave interessata.
Tuttavia, non è raro che i pirati siano semplicemente rilasciati: ecco perché per loro si tratta di un gioco con alti profitti e bassi rischi! Anche passare alcuni anni in una prigione europea non è una prospettiva così malvagia per un uomo somalo.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche