×

Diego dalla Palma sulla polemica Emma/Davide Maggio: “Indignazione per la critica al look era eccessiva”

Diego dalla Palma è intervenuto sulla polemica che ha coinvolto Emma Marrone e Davide Maggio, sostenendo quanto espresso dal giornalista.

emma sanremo

Al termine del Festival di Sanremo, si sono sviluppate numerose polemiche in relazione alle affermazioni del giornalista Davide Maggio che ha criticato il look della cantante Emma Marrone. In merito alla vicenda, si è recentemente espresso anche il truccatore Diego dalla Palma.

Caso Emma Marrone/Davide Maggio, l’intervento di Diego dalla Palma

Nel corso di una diretta Instagram a tema Sanremo 2022, il giornalista Davide Maggio ha criticato il look di Emma Marrone sul palco dell’Ariston, affermando: “Con una gamba così importante, si dovrebbero evitare le calze a rete”.

Le parole del giornalista hanno scatenato l’immediata reazione della cantante, che ha generato un effetto domino tra i suoi followers. In circa 48 ore, sono decine di migliaia i posti, i tweet e le reazioni comparse sul web che quasi in modo universale sostengono e difendono Emma, rivendicando la libertà di scegliere come si desidera vestirsi.

Diego dalla Palma: “L’indignazione di Emma per la critica al suo look è eccessiva e fuori luogo”

A proposito dell’accaduto, tuttavia, è intervenuto anche Diego dalla Palma, 71 anni, che è stato una delle poche voci fuori dal coro. Il truccatore, imprenditore, scrittore e personaggio televisivo, descritto dal New York Times come “Il profeta del make-up made in Italia”, infatti, ha commentato il caso Marrone/Maggio con le seguenti parole: “Nessuno può esprimere un parere pubblico su nessuno.

Premetto che Emma è una delle realtà canore che più amo e apprezzo. Stavolta, però, l’indignazione che ha espresso nei confronti di una critica sul suo look, risulta eccessiva e fuori luogo”.

Inoltre, dopo aver ricostruito minuziosamente l’accaduto e riportato le parole del giornalista Davide Maggio, il truccatore ha scritto: “E allora? Dov’è l’offesa ad Emma? Dov’è l’offesa verso le donne? Il termine ‘importante’ è forse un’offesa? Vogliamo, arrivati a questo punto, vietare a chiunque di esprimere un proprio parere su persone e fenomeni che DI LOOK VIVONO E SI NUTRONO? Vogliamo, d’ora in avanti, chiudere la bocca anche a chi è esperto di abiti, di acconciature, di trucco? O vogliamo dire ad Emma, con una mia carezza personale, che la sua immagine sanremese era talmente volgare da ferire qualsiasi logica estetica? Era un ‘pasto grasso’ di rara approssimazione.

Personalmente, a chi le ha suggerito quelle calze a rete, su quell’insieme, darei 48 ore di carcere”.

Diego dalla Palma sulle critiche rivolete al look dei cantanti in gara a Sanremo 2022

Il post condiviso su Facebook da Diego dalla Palma, poi, prosegue ricordando come, al Festival di Sanremo, siano stati continuamente criticati anche altri artisti e “anche da parte di donne”. E ha osservato: “Come mai nessuno si è indignato per la pesante definizione della mise di Yuman (un pigiama, a detta di Sabrina Ferilli) poco prima che si esibisse? E vogliamo parlare di ciò che è stato detto della canottiera di Giovanni Truppi, sempre in ambito Sanremo? Siamo davvero tutti esenti dal dare e dal ricevere qualche giudizio? O siamo solo degli ipocriti? Qualcuno, che ne sapeva più di noi, non ha forse detto: ‘Chi è senza peccato…’?”.

Contents.media
Ultima ora