×

Dieta dell’acqua zuccherata

Condividi su Facebook

La dieta dell’acqua zuccherata, anche chiamata dieta Shangri-la, regola l’appetito grazie la consumo acqua zuccherata e olio di oliva prima dei pasti, così da sopprimere l’appetito. In questo modo il vostro corpo avrà l’illusione di essere pieno consumando calore non saporite tra i pasti, i quali sono a base di cibi insipidi.

Prima di iniziare questa dieta è importante analizzarne i rischi.

Rischi

Molti sostenitori di questa dieta testimoniano di aver perso peso grazie ad essa, ma non vi sono prove scientifiche a conferma della sua efficacia.

La dieta Shangri-la agisce permettendo di sentirsi sazi bevendo acqua e zucchero prima dei pasti e può quindi essere pericolosa per chi ha intolleranza allo zucchero o soffre di diabete. Anche la grande quantità di olio è difficile da digerire per alcune persone.

Piano dietetico

Il creatore della dieta Shangri-la, il Dr. Seth Roberts, professore di psicologia all’Università della California, consiglia di fare 2 piccoli pasti di 150-300 calorie al giorno.

Non è permesso mangiare cibi lavorati, ma è bene mangiare cibi a basso indice glicemico, che vengono digeriti più lentamente, come verdura, frutta e cereali integrali. I pasti dovrebbero essere insipidi. Viene anche consigliato di bere grandi quantità di acqua. Prima di ogni pasto, aggiungete 3 cucchiaini di zucchero in un bicchiere di acqua e bevete a distanza di un’ora dal pasto. Assumete da 1 a 3 cucchiai al giorno di olio di oliva, per controllare l’appetito.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media