Dieta per pazienti con al cirrosi | Notizie.it
Dieta per pazienti con al cirrosi
Salute & Benessere

Dieta per pazienti con al cirrosi

La cirrosi è una patologia del fegato causata da una malattia cronica. Le cellule del fegato danneggiate vengono sostituite da tessuto cicatriziale, che indebolisce le funzioni del fegato e causa seri problemi di salute. Questo eccesso di cicatrici può ostruire il flusso sanguigno da e per il fegato, creando problemi al sistema digerente. Un paziente con la cirrosi epatica deve fare accurate scelte dietetiche che non aumentano i sintomi della cirrosi.

Una dieta sana aiuta a non aggravare la cirrosi

Niente alcol

La maggior parte delle cirrosi epatiche è causata dall’alcol. Eliminare il consumo di alcol è essenziale per mantenere ciò che rimane funzionante del fegato. L’alcol è una tossina per l’organismo. Un fegato sano filtra alcune delle tossine evitando che entrino nel flusso sanguigno. Con la cirrosi, il fegato non è in grado di filtrare l’alcol.

Poco sodio

Evitare alti livelli di sodio è fondamentale. I pazienti con la cirrosi tendono a ritenere i liquidi, il che porta ad avere gonfiore addominale o agli arti.

Riducete il consumo di cibi ricchi di sodio. Scegliete cibi freschi che contengono meno sodio di quelli lavorati.

Nutrienti persi

La cirrosi può causare nausea e mancanza di appetito. Questi sintomi possono portare ad una carenza di composti importanti, specie calcio, magnesio zinco. Assumete degli integratori.

Dieta appropriata

Mangiare in modo corretto e tenere il peso sotto controllo allevia un po’ la debolezza del fegato. Seguite una dieta con pochi grassi e colesterolo, ricca di frutta, verdura e cereali integrali.

Frequenza dei pasti

A causa della mancanza di appetito spesso si ha difficoltà a mangiare un pasto completo e abbondante. Provate a magiare vari piccoli pasti al giorno. In questo modo potrete evitare la nausea e continuare a ricevere il giusto apporto calorico, le proteine e i nutrienti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche