Dipinti famosi nel mondo riprodotti con i LEGO
Dipinti famosi nel mondo riprodotti con i LEGO
Lifestyle

Dipinti famosi nel mondo riprodotti con i LEGO

dipinto lego
-

Marco Sodano ha realizzato dei classici della pittura utilizzando la versione digitale dei celebri Lego. Scopri quali dipinti ha scelto e il concept

Una campagna pubblicitaria per la LEGO davvero molto creativa quella realizzata da Marco Sodano, designer milanese. La sua idea ha fatto il giro del mondo riscuotendo un grandissimo successo. Il motivo? Sodano ha riproposto alcuni dipinti di fama internazionale realizzandoli in una versione inedita rappresentata dai celebri mattoncini colorati.

L’autore dei dipinti Lego

Italiano trapiantato da alcuni anni ad Hong Kong, Sodano lavora come direttore artistico e si è fatto notare per aver curato campagne per brand molto importanti.
La sua creatività è salita agli onori della cronaca proprio attraverso questa collaborazione con la Lego, che gli ha dato grande visibilità ricevendo congratulazioni da addetti ai lavori, collezionisti e semplici appassionati.

Il progetto dipinti Lego

Sodano ha utilizzato un concept semplice di grande efficacia: alla base c’è l’idea che attraverso i Lego tutti possono essere artisti. E per questo ha realizzato alcuni grandi classici della pittura attraverso pixel che riproducono i mattoncini giocattolo. Visti così, sono opere artistiche che vengono riproposte utilizzando quella che potremmo definire come una versione digitale dei Lego.
Il risultato sono delle immagini che a primo impatto possono confondere ma che viste da lontano rendono perfettamente l’idea del quadro rappresentato.

La mancanza di dettagli fa sì che chi osserva si trovi come davanti a un’immagine sfocata ma la grande notorietà dei dipinti ovviamente facilita l’identificazione dell’opera.

Si tratta quindi di un progetto molto creativo e notevole è la bravura dell’artista nel creare uno stile particolarissimo e soprattutto originale che rispecchia pienamente l’idea che ha voluto comunicare. Un progetto che risulta essere un mix tra classico e moderno, tra pittura e immagine digitale. Il tutto attraverso un semplice giocattolo che ha caratterizzato l’infanzia di tanti e che è diventato un vero e proprio oggetto di culto per moltissimi collezionisti e appassionati.

I dipinti con i Lego

Ma quali sono questi dipinti che il direttore artistico italiano ha scelto per il suo progetto?
Ce n’è per tutti i gusti.
Si va da “La ragazza con l’orecchino di perla” di Johannes Vermeer all’”Autoritratto” di Vincent van Gogh, passando per “ Il Figlio dell’Uomo” di René Magritte e due capolavori di Leonardo Da Vinci come “Dama con l’ermellino” e “La Giocanda” nota ai più come Mona Lisa.
Dipinti che non hanno bisogno di presentazioni e che vengono proposti in una nuova veste, decisamente diversa dall’originale, ma sicuramente creativa, innovativa e vicina al mondo digitale.
Questo progetto rappresenta l’ennesima testimonianza del collegamento tra i Lego e l’arte. Già Nathan Sawaya, un’artista americano, aveva utilizzato i mattoncini colorati per creare delle stupende sculture tridimensionali che sono state esposte in musei di tutto il mondo.
Un binomio quello tra l’arte e i Lego che quindi si ripete e chissà quale sarà il prossimo artista ad utilizzare i mattoncini amati da grandi e piccini per dare sfogo alla propria creatività.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche