Documenti necessari per accedere ad un mutuo - Notizie.it
Documenti necessari per accedere ad un mutuo
Mutui e Prestiti

Documenti necessari per accedere ad un mutuo

Presentiamo di seguito una sintesi delle modalità previste per accedere al mutuo Inpdap: il regolamento completo ed aggiornato può naturalmente essere visionato presso il sito dell’Inpdap.

Tra i requisiti richiesti:

Iscrizione alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali dell’INPDAP.

Contratto di lavoro a tempo indeterminato, con anzianità di servizio effettiva di almeno 3 anni (contando anche eventuali periodi di servizio a tempo determinato, purché sia stato versato regolarmente il contributo credito).

Il soggetto iscritto all’Inpdap (e/o i componenti del relativo nucleo familiare) non deve possedere altri immobili presso il Comune ove risiede l’abitazione per il quale richiede il mutuo, né in altri Comuni distanti meno di 100 Km. dal Comune dove si trova l’abitazione di interesse.
Tra le altre condizioni:

I mutui Inpdap sono erogati per acquistare o ristrutturare la prima casa di abitazione o per la rinegoziazione di mutui erogati da altri istituti di credito.

L’immobile per il quale si richiede il mutuo non deve possedere le caratteristiche dell’abitazione di lusso (v. Decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 agosto 1969).

Il massimo importo finanziabile attraverso un mutuo Inpdap ammonta a 300000 euro per i mutui destinati all’acquisto di un immobile, 100000 euro per i mutui finalizzati alla ristrutturazione di un immobile. L’importo erogato può coprire al massimo il 90% del valore periziato dell’immobile da acquistare (su richiesta al netto delle spese sostenute dall’iscritto, che comunque non potranno superare i 5000 euro). L’importo da versare annualmente per il pagamento delle rate non deve inoltre essere superiore alla metà del reddito netto annuo percepito dal nucleo familiare dell’iscritto (dichiarato ai fini IRPEF).

La durata dei mutui Inpdap può essere pari a 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Le rate sono costanti, semestrali posticipate ed il rimborso avviene mediante bollettini c/c o MAV inviati dall’Inpdap.

E’ vietata la vendita dell’immobile prima dell’avvenuta estinzione del mutuo, così come non è concessa la cessione dell’immobile in locazione o in comodato se non sono trascorsi almeno cinque anni a partire dalla data di acquisizione delle residenza.
Si ricorda che i punti evidenziati illustrano solo una parte dei requisiti e delle condizioni necessarie per poter richiedere i mutui Inpdap.

Per poter usufruire di informazioni più complete e aggiornate è opportuno consultare l’apposita sezione del sito Inpdap e il regolamento ufficiale per la concessione del mutuo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*